Articoli

Iran - Maryam Rajavi: “Visti gli ulltimi sviluppi in Iraq, gli U.S.A. devono rispettare i loro impegni riguardo alla sicurezza e all'incolumità dei residenti di Camp Liberty

Conferenza Internazionale al Sede Centrale Europea dell'ONU a Ginevra

Il regime iraniano deve essere completamente cacciato dall'Iraq per impedire il ripetersi delle atrocità del passato in questo paese

I numeri di un anno di Rouhani dimostrano il suo totale fallimento, in particolare del campo dei diritti umani e delle libertà in Iran

Il dossier sulle violazioni dei diritti umani in Iran, in particolare quello sul massacro di 30.000 prigionieri politici del 1988, deve essere presentato al Consiglio di Sicurezza dell'ONU

Leggi tutto...

L'EIFA chiede che il deposto Maliki venga processato per crimini di guerra

L'Associazione Europea per la Libertà Irachena ha salutato con piacere la rimozione dalla carica del primo ministro iracheno Nouri al-Maliki, che dovrà ora essere processato per crimini di guerra,  “omicidio, peculato e corruzione”, reati commessi durante i suoi otto anni di mandato.

Leggi tutto...

Le forze irachene provocano deliberatamente dei ritardi impedendo ai pazienti oncologici il ricovero in ospedale per essere sottoposti ad interventi chirurgici e a cure necessarie

Gli agenti del primo ministro iracheno a Camp Liberty negli ultimi giorni hanno inasprito a livelli senza precedenti le restrizioni e le misure repressive nei confronti dei residenti di Liberty, ostacolando in particolare il puntuale ricovero dei pazienti negli ospedali.

Leggi tutto...

ACNUR: Il conflitto in Iraq continua a colpire i residenti di Camp Liberty

Dichiarazione pubblicata il 5 agosto 2014 dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati sui rifugiati iraniani a Camp Liberty, Iraq:

Aggiornamento n. 11

Il conflitto in Iraq continua ad avere conseguenze negative sui residenti del Luogo di Transito Temporaneo (TTL) “Hurriya”. L’impennata del conflitto dal giugno 2014 è continuata attraverso aree significative dell’Iraq. La violenza ha fatto sfollare centinaia di migliaia di iracheni, che si sono spostati internamente o oltre le frontiere divenendo rifugiati nella regione. L’ACNUR e i suoi partner hanno intensificato le operazioni per rispondere al loro urgente bisogno di protezione e assistenza. 

Leggi tutto...

Il Gen. Shelton: La Resistenza Iraniana è l’alternativa a questo regime “tirannico”

La Resistenza Iraniana è l’unica alternativa praticabile a questa “teocrazia tirannica e non-elettiva” al potere in Iran, ha dichiarato un importante Generale statunitense.

Leggi tutto...

Iran - Iraq: Il governo iracheno impedisce il trasferimento in ospedale di 6 pazienti di Camp Liberty

Lunedì 4 Agosto le forze irachene hanno impedito il trasferimento in ospedale di sei pazienti di Camp Liberty. A due di loro è stato diagnosticato un cancro e uno ha subito un intervento chirurgico.

Leggi tutto...

Iran: Inasprimento dei piani di separazione tra i sessi segno della paura dei mullah di rivolte sociali

Secondo i media di stato iraniani, il piano repressivo del regime dei mullah per la “separazione dei sessi”, attuato per primo dal comune di Tehran e da Ghalibaf, sindaco di Tehran, verrà ora applicato da altre istituzioni del regime.

Leggi tutto...

Islam radicale e dissidenza iraniana

di Domenico Letizia

l'Opinione.it 31 luglio 2014ESTERI

Si è tenuta a Parigi, il 26 luglio scorso, la conferenza organizzata dalla dissidenza iraniana che ha posto la problematica della dittatura religiosa come epicentro delle varie guerre settarie in Medio Oriente.

Leggi tutto...

Iran - Iraq: Cinque anni dopo il massacro a Campo Ashraf del 28-29 Luglio 2009

Il 28 e 29 Luglio 2009, le forze irachene fecero irruzione a Campo Ashraf uccidendo undici residenti indifesi mentre le forze statunitensi erano presenti sul campo e si limitavano ad osservare lo svolgersi degli eventi.

Leggi tutto...

La dissidenza iraniana inascoltata in Europa

Di Domenico Letizia

L'Opinione.it - Il 21 luglio si è tenuto a Caserta il “IV Congresso Radicale di Terra di Lavoro” dal tema “Diritti umani e riforma della giustizia per gli Stati Uniti d’Europa”. Scopo della tavola rotonda è stato quello di rilanciare la problematica globale dei diritti umani e delle convenzioni internazionali, analizzando lo stato delle democrazie a partire dal continente europeo, del Mediterraneo e le questioni mediorientali.

Leggi tutto...

Maryam Rajavi: “Il requisito fondamentale per la pace e la democrazia nella regione è la cacciata del regime iraniano fulcro dell'estremismo e del terrorismo”

Parigi – Conferenza su “La dittatura religiosa in Iran, epicentro delle guerre settarie in Medio Oriente”:

• Condanniamo il bombardamento del popolo palestinese. Il massacro dei civili a Gaza distoglie l'attenzione da Iraq e Siria a beneficio del regime iraniano e deve cessare immediatamente

• L'invio  di armi del regime iraniano in Iraq e Siria è una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza. La comunità internazionale deve impedire ai mullah di inviare armi

• La collaborazione tra gli Stati Uniti e il regime iraniano in Iraq è un terribile errore. La sola via per uscire dalla crisi irachena è la rimozione di Maliki, la cacciata del regime iraniano e la creazione di un governo nazionalista omnicomprensivo

Leggi tutto...