Articoli

ACNUR: Il conflitto in Iraq continua a colpire i residenti di Camp Liberty

Dichiarazione pubblicata il 5 agosto 2014 dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati sui rifugiati iraniani a Camp Liberty, Iraq:

Aggiornamento n. 11

Il conflitto in Iraq continua ad avere conseguenze negative sui residenti del Luogo di Transito Temporaneo (TTL) “Hurriya”. L’impennata del conflitto dal giugno 2014 è continuata attraverso aree significative dell’Iraq. La violenza ha fatto sfollare centinaia di migliaia di iracheni, che si sono spostati internamente o oltre le frontiere divenendo rifugiati nella regione. L’ACNUR e i suoi partner hanno intensificato le operazioni per rispondere al loro urgente bisogno di protezione e assistenza. 

Leggi tutto...

Il Gen. Shelton: La Resistenza Iraniana è l’alternativa a questo regime “tirannico”

La Resistenza Iraniana è l’unica alternativa praticabile a questa “teocrazia tirannica e non-elettiva” al potere in Iran, ha dichiarato un importante Generale statunitense.

Leggi tutto...

Iran - Iraq: Il governo iracheno impedisce il trasferimento in ospedale di 6 pazienti di Camp Liberty

Lunedì 4 Agosto le forze irachene hanno impedito il trasferimento in ospedale di sei pazienti di Camp Liberty. A due di loro è stato diagnosticato un cancro e uno ha subito un intervento chirurgico.

Leggi tutto...

Iran: Inasprimento dei piani di separazione tra i sessi segno della paura dei mullah di rivolte sociali

Secondo i media di stato iraniani, il piano repressivo del regime dei mullah per la “separazione dei sessi”, attuato per primo dal comune di Tehran e da Ghalibaf, sindaco di Tehran, verrà ora applicato da altre istituzioni del regime.

Leggi tutto...

Islam radicale e dissidenza iraniana

di Domenico Letizia

l'Opinione.it 31 luglio 2014ESTERI

Si è tenuta a Parigi, il 26 luglio scorso, la conferenza organizzata dalla dissidenza iraniana che ha posto la problematica della dittatura religiosa come epicentro delle varie guerre settarie in Medio Oriente.

Leggi tutto...

Iran - Iraq: Cinque anni dopo il massacro a Campo Ashraf del 28-29 Luglio 2009

Il 28 e 29 Luglio 2009, le forze irachene fecero irruzione a Campo Ashraf uccidendo undici residenti indifesi mentre le forze statunitensi erano presenti sul campo e si limitavano ad osservare lo svolgersi degli eventi.

Leggi tutto...

La dissidenza iraniana inascoltata in Europa

Di Domenico Letizia

L'Opinione.it - Il 21 luglio si è tenuto a Caserta il “IV Congresso Radicale di Terra di Lavoro” dal tema “Diritti umani e riforma della giustizia per gli Stati Uniti d’Europa”. Scopo della tavola rotonda è stato quello di rilanciare la problematica globale dei diritti umani e delle convenzioni internazionali, analizzando lo stato delle democrazie a partire dal continente europeo, del Mediterraneo e le questioni mediorientali.

Leggi tutto...

Maryam Rajavi: “Il requisito fondamentale per la pace e la democrazia nella regione è la cacciata del regime iraniano fulcro dell'estremismo e del terrorismo”

Parigi – Conferenza su “La dittatura religiosa in Iran, epicentro delle guerre settarie in Medio Oriente”:

• Condanniamo il bombardamento del popolo palestinese. Il massacro dei civili a Gaza distoglie l'attenzione da Iraq e Siria a beneficio del regime iraniano e deve cessare immediatamente

• L'invio  di armi del regime iraniano in Iraq e Siria è una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza. La comunità internazionale deve impedire ai mullah di inviare armi

• La collaborazione tra gli Stati Uniti e il regime iraniano in Iraq è un terribile errore. La sola via per uscire dalla crisi irachena è la rimozione di Maliki, la cacciata del regime iraniano e la creazione di un governo nazionalista omnicomprensivo

Leggi tutto...

Iraq: il regime iraniano chiede la revoca delle misure di sicurezza, l'aumento della pressione e di provvedimenti repressivi per i residenti di Liberty

Shamkhani, Segretario del Consiglio di Sicurezza del regime dei mullah e Zohrevand, consigliere capo sulle operazioni terroristiche, in visita in Iraq chiedono la revoca delle misure di sicurezza, l'aumento della pressione e di provvedimenti repressivi per i residenti di Liberty

Leggi tutto...

Maryam Rajavi elogia l'atteggiamento responsabile dell'Associazione degli Accademici Musulmani in Iraq e delle le tribù irachene nei riguardi degli attacchi contro i cristiani a Mosul

L'Associazione degli Accademici Musulmani in Iraq e le tribù irachene considerano gli attacchi contro i cristiani di Mosul un crimine contro degli innocenti ed un insulto alla condotta del profeta dell'Islam e chiedono che i cristiani ritornino alle loro case

Leggi tutto...

Iran: Appello alla comunità internazionale perché si impegni ad ottenere la revoca della pena di morte del prigioniero politico Arzhang Davoodi

CNRI – Con un processo-farsa, il disumano regime teocratico ha condannato a morte il prigioniero politico Arzhang Davoodi che ha passato in prigione gli ultimi undici anni.

Leggi tutto...