Last Modified: Domenica 24 Luglio 2016, 11:43:01.

CNRI - La Resistenza iraniana mette in guardia lo stato di salute dei prigionieri politici in sciopero della fame, tra cui la signora Nasrin Sotoudeh, avvocato dei prigionieri politici, e Sig. Reza Shahabi, membro dell'Unione dei Sindacati degli autisti d'autobus di Teheran e la periferia. Essa invita tutti gli organismi internazionali e gli organi dei diritti umani ad adottare misure urgenti per indagare le loro condizioni e quelle di altri prigionieri politici nelle carceri del regime dei mullah.

I detenuti che conducono uno sciopero della fame per protestare contro la violazione dei loro diritti fondamentali e le condizioni disumane nelle carceri, sono in condizioni critiche.

Signora Soutoudeh, madre di due bambini piccoli di età compresa tra 3 e 10 anni, è stata arrestata dalle autorità iraniane il 5 settembre 2010, perché difendeva i prigionieri politici, ormai da più di 105 giorni si trova in carcere di Evin nella sezione 209. Il sistema giudiziario dei mullah ha accusato di "minare la sicurezza nazionale e propaganda contro il sistema". Sig. Shahabi è stato trasferito alla clinica Evin a causa della gravità del suo stato. E 'stato per sei mesi nella sezione 209 di Evin.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
Il 20 dicembre, 2010

Fondamentalismo islamico: Radici, soluzioni, ruolo del regime iraniano

Il discorso di Maryam Rajavi presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana al Consiglio d’Europa 

Read More

Audizione di Maryam Rajavi alla commissione dei diritti umani del Senato

Inviate il dossier del Nucleare Iraniano al Consiglio di sicurezza dell'ONU

Maryam Rajavi, il presidente della repubblica eletta dal CNRI

Iran-PE: Per un intergruppo europeo, la politica dell’accondiscendenza con Teheran è fallito

Dichiarazione del seminario sull'Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano

Political Motives Behind HRW Report

Press briefings in Europe and U.S. throw light on biased nature of report