• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Lunedì 14 Gennaio 2019, 08:10:03.

Una valida alternativa all’attuale regime iraniano

Di Giulio Terzi di Sant’Agata

The Global Committee for the Rule of Law, 30 dicembre 2018

La sollevazione nazionale degli ultimi dodici mesi in Iran ha lanciato un messaggio politico chiaro e inequivocabile, che non lascia dubbi sul reale desiderio della popolazione di un cambio di regime.

Editoriale: Il regime iraniano assediato dalle sanzioni e dalle proteste interne

Il presidente degli Stati Uniti ha recentemente annunciato la sua decisione di ritirarsi dalla Siria e di ridurre significativamente la presenza dell’America in Afghanistan. Molti dicono che questo apre la porta all’Iran, ma altri indicano i problemi che l’Iran sta vivendo sia in patria che a livello internazionale.

Iran: Appello per la liberazione dei lavoratori arrestati

Dall’Iran arrivano notizie molto preoccupanti sulla situazione dei lavoratori, mentre il regime iraniano è stato condannato, per la 65a volta, dalle Nazioni Unite per la continua violazione dei diritti umani. Nella risoluzione di condanna al regime sono menzionati “il numero troppo alto delle impiccagioni e le impiccagioni dei minorenni”, “vasti e sistematici arresti arbitrari”, la repressione dei lavoratori e l’impedimento della formazione di sindacati o associazioni indipendenti.

IRAN: L’INTEGRALISMO ISLAMICO E IL DISASTRO DELL’APPEASEMENT

di Esmail Mohades
L'Opinione 27 dicembre 2018 - L’integralismo islamico, il fenomeno che conosciamo oggi, nasce con l’insediamento della teocrazia in Iran, non c’è dubbio. La rivoluzione del popolo iraniano per la libertà e la democrazia, usurpata da Khomeini, con la chiara complicità dell’Occidente, viene trasformata in islamismo sotto gli occhi increduli degli iraniani.

Iran: Messaggio di Maryam Rajavi in occasione del Santo Natale e del Nuovo Anno

Il 2019 sarà un anno di progressi per la resistenza e di avanzamento delle rivolte verso la libertà e la vittoria

Cristiani perseguitati dell’Iran, amati compatrioti, seguaci di Gesù Cristo in tutto il mondo, vi porgo i mei auguri in occasione del Santo Natale, che celebra la nascita di Gesù Cristo, Figlio di Maria, il grande profeta di Dio, e mi inchino di fronte alla Vergine Maria, eterno esempio di innocenza e purezza.

L’UE deve interrompere le relazioni diplomatiche con il regime iraniano

Il governo albanese dovrebbe espellere ogni singolo diplomatico iraniano a causa della loro partecipazione all’organizzazione di attentati terroristici sul suolo albanese.

Sabato 15 Dicembre 2018 Patrick Kennedy ha tenuto un discorso in Albania, assieme ai membri dell’opposizione iraniana, che si sono uniti ad una videoconferenza simultanea, tenuta dalle comunità iraniane in 42 città e capitali europee, nordamericane ed australiane; ciò che segue è un estratto del suo discorso:

Il modo di trattare gli scagnozzi e i terroristi del regime iraniano

Il primo ministro albanese Edi Rama ha mostrato al mondo che il suo paese non sarà vittima di bullismo da parte dei tiranni di Teheran

Il seguente articolo di Struan Stevenson, coordinatore della campagna per l'Iran Change (CiC), membro del Parlamento europeo, rappresentante della Scozia (1999-2014) è stato pubblicato da UPI il 21 dicembre 2018.

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;