• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Martedì 26 Marzo 2019, 07:55:29.

Come affrontare il terrorismo del regime iraniano contro i Mojahedin del Popolo Iraniano

 

Di Mahmoud Hakamian

Un analista del Medio Oriente ed esperto di sicurezza ha pubblicato un libro bianco sulle attività terroristiche del regime iraniano sul suolo europeo, illustrando come il principale bersaglio delle aggressioni del regime sia la resistenza Iraniana, in particolare, l’organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK).

Cronaca: Manifestazione del MEK “Iran libero” all’esterno del Vertice di Varsavia

12:55: il senatore Ryszard Majer, membro di spicco del Senato polacco e vicepresidente della Commissione Affari esteri del partito PIS, si rivolge alla manifestazione del MEK “Iran libero” a Varsavia:
“Noi rispettiamo la libertà e la solidarietà. Questi valori sono importanti per voi? Sì, ogni nazione ha bisogno di libertà e solidarietà, libertà di decidere da sé. Anche in Iran. La libertà per il popolo iraniano è necessaria per il mondo intero.

Iran - La fatwa moderna di morte e attentati ? der SPIEGEL o “Tribunale della rivoluzione islamica” dei mullà?

L’articolo di Der Spiegel del 16 febbraio 2019 dal titolo “Prigionieri della rivolta” è una collezione di menzogne e di vergognose calunnie contro il Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana e contro i Mojahedin del popolo iraniano ed è una chiara tradimento alla libera espressione e obiettività della stampa, che calpestando drammaticamente i principi professionali, cerca di soccorrere in maniera deplorevole la dittatura teocratica e terroristica al potere in Iran per aprire la via agli sanguinari atti terroristici dei mullà.

Le donne dell'Iran continuano a lottare per l'uguaglianza

Il 40 ° anniversario della rivoluzione islamica è stato celebrato dal regime clericale in Iran. Negli ultimi quarant'anni, il popolo iraniano ha vissuto sotto un'estrema repressione che la maggior parte delle persone in paesi liberi e democratici non può neanche concepire.

Le donne in Iran sono state particolarmente colpite dal regime e la loro sistematica oppressione ha colpito la società nel suo complesso.

Gli iraniani manifestano per il secondo giorno di fila davanti al Vertice di Varsavia: chiedono un cambio di regime

Giovedì, un vasto gruppo di sostenitori del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI), si è riunito per il secondo giorno consecutivo, manifestando davanti al Vertice di Varsavia sul Medio Oriente, e chiedendo sostegno a favore di un cambiamento democratico in Iran, sotto la guida di Maryam Rajavi, presidente eletta del CNRI.

Nella capitale polacca, intanto che le delegazioni governative partecipavano al Vertice di Varsavia, apertosi Mercoledì, i dimostranti intonavano lo slogan: “No all’accomodamento, sì ad un cambio di regime”.

Iran: sostenitori del MEK chiedono alla Conferenza di Monaco sulla sicurezza di espellere Zarif

Oppositori del regime iraniano in Germania domenica hanno protestato contro la presenza del ministro degli Esteri del regime, Mohammad Javad Zarif, alla Conferenza di Monaco sulla sicurezza.

I sostenitori della Organizzazione dei Mojahedin del Popolo dell’Iran, o Mujahedin-e Khalq (MEK), manifestando di fronte al vertice sulla sicurezza globale, avevano striscioni che definivano il regime iraniano sponsor numero uno del terrorismo e prima causa dell’instabilità regionale.

Medio Oriente: prosegue manifestazione opposizione iraniana a conferenza Varsavia

Varsavia, 14 feb 13:04 - (Agenzia Nova) - Prosegue per il secondo giorno la manifestazione organizzata dal Consiglio nazionale della resistenza in Iran legata al gruppo dissidente iraniano Mojahedin-e Khalq (Mek) davanti allo stadio Narodowy dove è in corso la conferenza ministeriale “per un futuro di pace e stabilità in Medio Oriente”, organizzata da Polonia e Stati Uniti.

Video - La manifestazione degli oppositori iraniani a Parigi per un Iran Libero

Un grande numero di iraniani si sono riuniti questo pomeriggio 8 febbraio a Denfert-Rochereau a Parigi per celebrare il 40 ° anniversario della caduta della monarchia in Iran. I grandi striscioni portavano la condanna delle violazioni dei diritti umani e le esecuzione di oltre centomila prigionieri politici per la repressione perpetrata dalla Repubblica Islamica in quattro decenni.

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;