• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Domenica 18 Agosto 2019, 09:31:48.

Iran: l’organo ufficiale di Khamenei chiede l'esecuzione di oppositori in patria e all'estero

“Gli ipocriti e quelli che diffondono pettegolezzi devono essere giustiziati. Da nessuna parte devono essere al sicuro, neanche all'estero

Il quotidiano Kayhan, legato a Khamenei, leader supremo dei mullah, in un articolo ha scritto: “Coloro che fabbricano notizie e diffondono pettegolezzi minacciano la società e il sistema islamico attraverso la guerra psicologica e, proprio come i Monafeqin, danneggiano la società islamica dall'interno”.

Iran: Maryam Rajavi chiede l'intervento di Sua Santità Papa Francesco per far proseguire le indagini sul caso dell'attentato all'AMIA

L'indifferenza dimostrata nei riguardi dell'omicidio del valoroso procuratore Alberto Nisman, incoraggia il fascismo religioso al potere in Iran e le bande terroristiche ad esso affiliate, a compiere altri crimini e uccisioni

Maryam Rajavi, Presidente eletta della Resistenza Iraniana, nel suo messaggio a Sua Santità Papa Francesco, capo della chiesa cattolica, ha richiesto il suo intervento per impedire che cali il silenzio sul caso dell'attentato terroristico all'AMIA ed un appello di Sua Santità perché proseguano le indagini sul caso a cui stava lavorando la vittima, il procuratore Alberto Nisman.

Crisi del terrorismo e del fondamentalismo: Radici, soluzioni, ruolo del regime iraniano

Il discorso di Maryam Rajavi presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana al Consiglio d’Europa 

26 gennaio 2015

Tre settimane dopo la tragedia che si è svolta a Parigi il 7 gennaio, il mondo rimane in uno stato di shock e orrore.

Massacrare giornalisti nel loro ufficio, sparare a civili indifesi, giustiziare dei feriti, prendere ostaggi, terrorizzare comuni cittadini e giustificare crimini contro l’umanità sotto il vessillo dell’Islam hanno ferito la coscienza del mondo. Lo spirito dell’Islam respinge queste azioni con la massima ripugnanza.

Opposizione Iraniana: Un membro dei Mojahedin del popolo ferito nell'attacco del Giugno 2013 a Camp Liberty è deceduto

Morto Asghar Sarifi, uno dei feriti nell'attacco missilistico del Giugno 2013 a Camp Liberty

CNRI – A mezzogiorno di venerdì 30 Gennaio Asghar Sharifi, veterano dell'Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK), membro del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI), con 45 anni di esperienza politica, prigioniero politico sotto lo Scià e ingegnere petrolifero, gravemente ferito alla testa e al collo durante l'attacco missilistico del 15 Giugno 2013, è deceduto in un ospedale in Albania.

Iran: detenuti politici privati dei servizi sanitari e tormentati a morte

Appello per salvare i detenuti politici Asghar Qatan e Ahmad Daneshpour Moqadam in grave pericolo di vita

CNRI – La Resistenza Iraniana chiede a tutti gli enti e agli organi in difesa dei diritti umani, all'Inviato Speciale dell'ONU sulla Tortura, al Gruppo di Lavoro sulla Detenzione Arbitraria e all'Inviato Speciale sulla Situazione dei Diritti Umani in Iran di intraprendere un'azione urgente per salvare le vite dei detenuti politici Asghar Qatan e Ahmad Daneshpour Moqadam che si trovano in gravi condizioni dato che vengono privati delle cure mediche necessarie. 

Il regime iraniano nomina un nuovo inviato all'ONU dopo nove mesi di provocazione

Hamid Aboutalebi nel 1979 (a sin.) e oggi

Il regime iraniano si è inchinato alle pressioni per la nomina di un sostituto ad ambasciatore alle Nazioni Unite mercoledì, ritirando la sua prima scelta, un personaggio coinvolto nell'attacco all'ambasciata americana di Tehran del 1979 e nell'omicidio del rappresentante del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI) avvenuto a Roma nel 1993.

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;