• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Domenica 03 Novembre 2019, 09:34:16.

Scontri a Marivan, scioperi e proteste degli agricoltori, dei lavoratori e dei truffati nelle diverse città

Rivolta Iraniana - N.145

Martedì 24 Aprile, durante la notte, la popolazione di Marivan, nella provincia del Kurdistan, si è scontrata con le criminali Guardie della Rivoluzione. Lo scontro è avvenuto quando il Colonnello dei Pasdaran (le Guardie della Rivoluzione) Kaveh Kohneh-Poushi, assieme ad un altro Pasdar, Latif Nikpay, ha assassinato un abitante di uno dei villaggi di Marivan.

La popolazione ha bruciato le abitazioni dei due criminali in segno di protesta contro questo crimine. Le unità antisommossa hanno iniziato ad attaccare e picchiare queste persone in supporto ai due criminali. Gli scontri, che sono durati diverse ore, sono proseguiti fino all’ospedale Bu’Ali a Marivan. Il colonnello dei Pasdaran Kaveh Kohneh-Poushi è un criminale dal passato tristemente noto che ha lavorato per gli organi repressivi a Marivan; la popolazione di quell’area prova un profondo odio nei suoi confronti.

A Baneh e Javanrood, lo sciopero dei mercanti e dei negozianti è proseguito per l’undicesimo giorno. Gli agenti dell’intelligence hanno arrestato una donna che si stava appellando alle persone presenti nella strada principale di Baneh affinché continuassero lo sciopero, e l’hanno portata alla stazione di polizia. Gli abitanti di Baneh, riunendosi fuori dalla stazione di polizia, hanno costretto i mercenari a rilasciarla. Nessuna informazione è disponibile riguardo al destino di altri sei abitanti di Baneh arrestati la scorsa settimana.

Gli agricoltori indigenti residenti ad est di Isfahan hanno continuato le loro proteste organizzando un sit-in di fronte al palazzo del governatorato; il governatore li ha incontrati al sit-in, ma non aveva nessuna risposta al loro problema.

Il girono precedente, ad Ardestan (nella provincia di Isfahan), un certo numero di agricoltori ha tenuto un raduno in protesta contro il trivellamento dei pozzi d’acqua da parte delle autorità locali. Gli agricoltori hanno avvertito delle conseguenze del continuo trivellamento che prosciugherebbe il canale di trasporto dell’acqua nell’area.

Gli agricoltori delle città di Weiss e Molisani (nella provincia del Khuzistan) si sono riuniti fuori dall’ufficio del governatore per il terzo giorno consecutivo per protestare contro la negazione del loro diritto all’acqua.

I lavoratori del municipio di Hamidieh si sono riuniti di fronte al municipio della città per il terzo giorno consecutivo, in protesta contro il mancato pagamento del salario di diversi mesi e contro le vuote promesse delle autorità del regime.

Una gran parte del personale dell’industria petrolifera si è riunita di fronte all’edificio principale del ministero del petrolio a Teheran; i lavoratori si oppongono alla mancata attuazione delle promesse, fatte dal regime con lo scopo di ingannarli. Le forze repressive hanno cercato di disperderli ritirando i loro striscioni.

A Yazd, gli autisti dei mezzi di trasporto del carburante hanno scioperato contro i bassi salari.

Le persone saccheggiate dall’istituto Caspian si sono riunite a Teheran di fronte alla succursale Fatemi dell’istituto, intonando lo slogan: “Nessuna nazione ha subito una tale ingiustizia”. Un altro gruppo di persone truffate dall'istituto Caspian, che si era riunito di fronte al tribunale per i reati finanziari, ha dato fuoco all’effige del capo della Banca Centrale, intonando lo slogan: “Morte a Seif ( il capo della Banca Centrale).” Le persone truffate dall’Istituto Padideh a Teheran si sono anche loro riunite di fronte alla Corte di Giustizia.

Le persone truffate dall’Istituto Arman Vahdat ad Ahvaz hanno tenuto una manifestazione di fronte all’edificio dell’istituto. Le persone truffate dall’Istituto Afzal-Toos a Mashhad si sono riunite di fronte all’ufficio dell’istituto in Sajjad Boulevard.

A Tabriz alcuni attivisti ambientali si sono riuniti in via di Rohani per protestare contro la politica del governo di Rohani relativamente al Lago Urmia.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza
25 Aprile 2018

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares