• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Sabato 12 Ottobre 2019, 21:00:22.

Iran: Il numero dei feriti in seguito all’attacco delle forze irachene al campo di Ashraf è salito a 18

tra cui alcune donne

Attacco ad Ashraf:  secondo comunicato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CNRI, 17 ottobre - In seguito all’attacco delle forze irachene al campo di Ashraf del 17 ottobre il numero dei feriti è salito a 18, tra cui alcune donne. L’attacco è avvenuto alla vigilia del viaggio di al-Maliki a Teheran: le forze irachene hanno sparato contro gli inermi residenti di Ashraf e hanno picchiato con bastoni e fucili. Secondo le informazioni arrivate al Consiglio Nazionale  della Resistenza Iraniana da sicure fonti interne iraniane l’attacco è avvenuto su ordine diretto di al-Maliki.

Iran: Maryam Rajavi dichiara tre giorni di lutto nazionale per la scomparsa dell’ icona della musica iraniana

 

 

 

 

 

 

 

CNRI, 14 ottobre - La Presidente eletta della Resistenza Iraniana, Maryam Rajavi, ha espresso il suo cordoglio per la perdita di Marzieh,  che ha definito stella splendente della musica iraniana, per il popolo iraniano, per la comunità degli artisti iraniani e gli iraniani in cerca di libertà, in particolare quelli a Campo di Ashraf.

La Sig.ra Rajavi ha anche dichiarato tre giorni di lutto nazionale per la perdita di Marzieh, che ha definito simbolo di protesta e di rivolta degli artisti iraniani contro la dittatura clerico-fascista.

Marzieh, deceduta la diva della musica iraniana

 

CNRI, 13 ottobre -  – La sig.ra Ashraf al-Sadat Morteza, in arte "Marzieh" , brillante diva e stella della canzone iraniana, è venuta a mancare nella giornata d’oggi, all’età di 86 anni dopo una sofferta e dura lotta contro il cancro, presso l’ospedale americano di Parigi.
Celebre artista con alle spalle 60 anni di brillante carriera, è stata la consulente artistica per la presidente eletta della Resistenza iraniana, la  Sig.ra Maryam Rajavi e membro del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, con un forte ed incondizionato sostegno nei confronti dei Mojahedin e della città di Ashraf.

Il ridicolo show dell’Ambasciata iraniana a Baghdad all’ingresso di Ashraf

con pieno appoggio del governo iracheno
L’ambasciata del regime iraniano inscena ridicole messe in scena al cancello principale di Ashraf, con il pieno sostegno del governo iracheno Come estensione della sua guerra psicologica contro i residenti di Campo Ashraf, l’ambasciata del regime iraniano a Baghdad il 3 settembre ha inviato una serie di suoi agenti iracheni sotto le spoglie di "sceicchi iracheni" e "giornalisti" al cancello principale del campo, sia per sollevare il morale dei suoi operatori presenti sulla scena, che sono impegnati in una continua tortura psicologica dei residenti nel suo ottavo mese, e pretendono anche che gli iracheni domandino l'espulsione dei residenti. Gli agenti sono stati inviati a destinazione su un minibus che è stato affittato da ambasciata del regime.

Iran:lo sciopero dei bazar e dei gioiellieri continua e si estende nel paese

 I negozi di ferramenta di Tehran, Qom e Tabriz appoggiano lo sciopero

CNRI - Malgrado le pressioni del regime e dei suoi agenti, i gioiellieri di Teheran e della provincia hanno continuato il loro sciopero il 28 settembre. I negozianti di ferramento dei bazar di Shad-Abad e di Ahan-Makan a Teheran, di Shour-Abad a Qum e dei settori del municipio e della centro città di Tabriz hanno raggiunto il movimento.

Nella capitale, lo sciopero dei gioiellieri è cominciato il 25 settembre con un assembramento all'entrata del bazar Sabzeh-Meidan. Per rompere il movimento, gli agenti del regime hanno attaccato selvaggiamente le botteghe e spezzato le serrande dei negozi con sbarre di ferro.

Iran: Le forze irachene hanno installato una nuova stazione ad Ashraf

Hanno ferito 10 abitanti di Ashraf a forza di bastonate, di barre di ferro e di calci

CNRI - Nel pomeriggio del venerdi 1 ottobre, le forze irachene su ordine del comitato di repressione di Ashraf, hanno aperto in un'azione ostile una nuova stazione e circa 20 soldati.

Quando alcuni dei residenti di Ashraf sono andati a vedere le forze irachene per conoscere la ragione di questa nuova stazione e di questa occupazione di una parte del campo, sono stati ricevuti a forza di bastoni, di barre di ferro, di manganelli e di colpi di fucile. Dieci residenti, feriti e contusi, sono stati ricoverati. Le forze irachene erano sotto il comando di due ufficiali dell'esercito iracheno, il tenente-colonnello Nezar, ed il tenente Heidar.

 

Iran: Maryam Rajavi dà il benvenuto alle sanzioni contro i violatori dei diritti umani

ImageChiede sanzioni più efficaci e un tribunale internazionale per processare gli autori del massacro dei prigionieri politici

CNRI, 30 settembre - La signora Maryam Rajavi, Presidente eletta della Resistenza Iraniana ha dato il benvenuto alle sanzioni imposte dal Presidente degli Stati Uniti a otto alti ufficiali del regime dei mullah responsabili di torture, della repressione e del massacro del popolo iraniano e alle dichiarazioni del Segretario di Stato americano a questo proposito.

Sabotaggio del sistema telefonico di Ashraf da parte delle forze irachene e sequestro di attrezzatur

ImageCNRI, 29 settembre - Lunedi 27 settembre in un ennesimo atto di ostilità, le forze irachene hanno distrutto un punto di collegamento e distribuzione delle linee telefoniche interne di Ashraf acquistato e installato qualche anno fa a spese dei residenti, portando via inoltre i cavi della luce.


In un simile atto, le forze irachene e gli agenti dei servizi segreti (MOIS) dei mullah si sono posizionati all'entrata di Ashraf, durante cui si dedicano alla tortura psicologica nei confronti dei residenti del campo, distruggendo un gran numero di attrezzature che erano all'ingresso, impedendone la riparazione da parte dei residenti.

In un altro recente episodio, le forze irachene hanno sequestrato attrezzature, compresi i fili spinati, disposti in un deposito all'ingresso del cancello di Ashraf prendendone il controllo nel mese di luglio 2009.

Iran: Intensificazione della tortura psicologica e dell'inumano assedio di Ashraf

Intensificazione della tortura psicologica e dell’inumano assedio di Ashraf, ostacoli del Comitato iracheno all’accesso dei residenti di Ashraf ai servizi medici

Image

CNRI, 24 settembre - L’assedio inumano di Ashraf agli ordini del Comitato istituito presso l’ufficio del primo ministro con l’incarico di reprimere i residenti di Ashraf, iniziato nel 2009, continua. Mercoledì 22 settembre le forze irachene hanno impedito l’ingresso di due container che trasportavano generi necessari come utensili da cucina, gas Freon e pezzi di ricambio per refrigeratori per conservare alimenti, tubature per rifornire di acqua diverse parti di Ashraf, cavi elettrici, lampadine, fusibili, sedie per pazienti e cartoleria.

Iran - Ashraf: Comitato iracheno rifiuta quattro pazienti affetti da carcinoma accesso dei medici

ImageGiovedi 'mattina 23 settembre Su ordine del Comitato incaricato di reprimere i residenti di Ashraf presso l'Ufficio del Primo Ministro iracheno, le forze irachene si fermò interpreti per accompagnare quattro pazienti di cancro per vedere gli specialisti in un ospedale di Baghdad. Dal momento che nessuno dei pazienti in grado di parlare inglese o arabo, sono stati costretti a cancellare i loro appuntamenti con medici specialisti.

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;