• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Sabato 20 Luglio 2019, 18:10:58.

Il Ministero degli esteri iraniano svela un complotto per far estradare i residenti di Ashraf

ImageCNRI - Il portavoce del Ministero degli Affari Esteri del regime iraniano, Ramin Mehmanparast, ha oggi annunciato ufficialmente che il regime ha cercato di espellere i membri dell'OMPI in Iran e ha espresso la speranza che "i membri criminali dell'Ompi dovrebbero essere consegnati all'Iran. " Lo ha rivelato durante una conferenza stampa organizzata contemporaneamente con gli agenti del regime in Iraq che nelle ultime settimane hanno parlato di arresti ed estradizioni dei residenti di Ashraf e dei responsabili dell'OMPI.

Nuovi complotti contro i residenti di Ashraf da parte dei servizi segreti iraniani

ImageCNRI - In seguito al fallimento della scandalosa campagna di tortura psicologica nei confronti dei residenti di Campo Ashraf in Iraq da parte di agenti del suo Ministero di Intelligence e Sicurezza (MOIS) proveniente dall'Iran, la forza terroristica Quds ha demandato a Oday Khadhran, il Governatore della città di Khalis, dove si trova Ashraf, di portare un certo numero di agenti del regime fingendo che fossero sceicchi e giornalisti all'ingresso di Ashraf.

Maryam Rajavi ha invitato la comunità internazionale a cessare le esecuzioni politiche in Iran

ImageCNRI - La signora Maryam Rajavi, presidente eletta della resistenza iraniana, ha affermato che le condanne a morte e le lunghe pene detentive pronunciate contro i familiari dei Mojahedin e contro i sostenitori dell'Organizzazione dei Mojahedin del Popolo iraniano (PMOI ) mostra l'impotenza del regime dei mullah dinnanzi alla popolarità della resistenza iraniana nel paese e soprattutto la simpatia del popolo iraniano nei confronti dei residenti del campo di Ashraf.

Il leader supremo dei mullah, ha affermato di essere il filo conduttore di questi crimini, pensando che in questo modo possa spezzare la determinazione dei Mojaheddin che si battono per la libertà in Iran.

Rajavi chiede al CSNU di istituire un tribunale internazionale per processare gli autori dei massacr

La Rajavi chiede al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di istituire un tribunale internazionale per processare gli autori dei massacri dei prigionieri politici in Iran

Image

CNRI - In un messaggio nel 22esimo anniversario del massacro di piu di 30.000 prigionieri politici in Iran nell'estate del 1988, la Presidente-eletta della Resistenza Iraniana, Maryam Rajavi, chiede l'istituzione di un tribunale internazionale per processare i criminali responsabili dei massacri.
La signora Rajavi ha detto: Secondo tutte le prove e sulla base di opinioni presentate da giuristi internazionali e le stipulazioni di organizzazioni per i diritti umani, questo massacro è un flagrante esempio di crimine contro l'umanità e genocidio. Questo perché il suo obiettivo principale era quello di sradicare uno specifico movimento socio-politico che dava rifugio ad un particolare pensiero, cioè in un Islam democratico e tollerante.

Iran: Misure repressive e provocatorie contro Ashraf da parte della Commissione irachena

Un gruppo di agenti del regime iraniano mandato nuovamente all’ ingresso del cancello Ashraf

Il portavoce del parlamento dei mullah visita Kermanshah e la strada per l’ Iraq sull’Iran occidentale per tramare contro Ashraf

ImageCNRI - Agenti della commissione presso l'ufficio del primo ministro iracheno che è responsabile per la repressione di Campo Ashraf hanno esteso le loro repressive e provocatorie misure contro gli abitanti di Ashraf e stanno preparando il terreno per un altro attacco e il loro massacro per causare tensioni e crisi.

Iran: Rajavi accoglie con favore le sanzioni UE contro il regime iraniano e chiede sanzioni globale

ImageCNRI, 26 luglio - La signora Maryam Rajavi, presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, ha accolto con favore nuove sanzioni da parte dell'Unione europea contro il regime iraniano e ha detto che, sebbene tali sanzioni sono cruciali per impedire il regime di acquisire armi nucleari, ma è molto lontana da una sanzione completa ed efficace , include olio completo, il commercio, il boicottaggio tecnologica e politica del regime.

Iran: Molti prigionieri politici sono in condizioni critiche

ImageCNRI, 25 luglio - La resistenza iraniana mette in guardia circa le condizioni fisiche di un gran numero di prigionieri politici in Iran che si sono deteriorati a causa delle torture più gravi, la soppressione, la pressione e la prevenzione di accesso al aiutare mediche più elementari. La Resistenza invita tutti gli organi internazionali competenti ad adottare misure urgenti per salvare la vita di questi prigionieri.

Iran: Continua lo sciopero dei Bazar giunto al suo 12 ° giorno

ImageCNRI - Nella terza settimana di proteste nel Bazar di Teheran, il centro commerciale Farvardin, conosciuto come il più grande mercato d'oro e gioielli a Teheran e provincia, ha  chiuso e tutti i commercianti sono scesi in sciopero, chiudendo inoltre il Meidan Bazar-e-Sabz.
 
I venditori di tappeti nel bazar Rahimieh, di cui la maggior parte sono venditori di tappeti export, sono in sciopero totale. I negozi di Akbarieh, Vazir, Parco, Mojtabaii, Yameen e la galleria di Azad sono in stato di sciopero.

La corte USA : la decisione per mantenere i Mojahedin sulla lista nera mancava una prova sufficente

ImageLa Corte d’Appello degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia stabilisce che la decisione da parte del Segretario di Stato di mantenere il PMOI sulla lista FTO ( Organizzazioni terroristiche estraniere ) ha violato un giusto processo  e non aveva prove sufficienti. La Corte danno rinvia il caso al Segretario per una revisione

 La Corte d'Appello degli Stati Uniti del Distretto di Columbia ha emesso la sua sentenza oggi, definendo la decisione dell’ allora Segretario di Stato Condoleezza Rice, di rifiutare di togliere i Mojahedin del Popolo (PMOI) dalla lista delle organizzazioni terroristiche straniere (FTO) , in quanto mancano prove sufficienti, come violazione di un giusto processo e illegale. Essa ha rinviato il caso al Segretario di Stato e lo incarica di rivedere la sua decisione secondo le modalità indicate dal giudice.

Iran: inutili tentativi dei Mullah per evitare degezione all'interno dei Passdaran

Inutili e disperati tentativi da parte del regime dei mullah di affrontare le paralizzanti sanzioni e il sostegno internazionale alla Resistenza Iraniana per evitare defezioni all'interno Guardie Rivoluzionarie ( Passdaran)  e nei ranghi del regime

ImageLa dittatura religiosa al potere in Iran, di fronte alle paralizzanti sanzioni, da un lato e al crescente sostegno internazionale alla Resistenza Iraniana, dall'altro, ha definito l'arresto della leadership della Resistenza come "il compito principale dei paesi della regione e di tutto il mondo". (quotidiano statale Resalat, 10 Luglio 2010)

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;