venerdì, Maggio 27, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleLa Resistenza iraniana condanna la pena di morte contro Tarek Aziz

La Resistenza iraniana condanna la pena di morte contro Tarek Aziz

CNRI, 27 ottobre – La resistenza iraniana condanna fermamente la pena di morte pronunciata contro Tarek Aziz, ex vice primo ministro e ministro degli esteri iracheno. Ciò costituisce una flagrante violazione delle norme più elementari del diritto internazionale riconosciute. La pena di morte per un politico di 74 anni, dopo sette anni e mezzo in carcere ed in cattiva condizioni di salute, è stata pronunciata su richiesta del fascismo religioso al potere in Iran e la banda di Maliki.
 Stanno cercando invano in questo modo a deviare le attenzioni dalla orrendi crimini che avevano commesso contro il popolo iracheno, crimini che quest’ultimi giorni hanno indignato l’opinione pubblica irachena e la coscienza umana nel ventunesimo secolo. Non è un caso che il verdetto è stato accolto dal regime dei mullah e ha provocato un’ondata di gioia tra le sue autorità.
La Resistenza iraniana chiama tutti gli organi internazionali di difesa dei diritti dell’uomo, gli Stati Uniti e l’ONU, visti i loro impegni riguardo al Iraq, ad intervenire in modo urgente per impedire l’esecuzione del sig. Tarek Aziz e le continue  violazioni brutali e sistematiche dei diritti umani in Iraq.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
Il 27 ottobre 2010

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,625FollowersFollow
38,040FollowersFollow