• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Venerdì 20 Settembre 2019, 13:29:18.

Dimissioni del ministro degli esteri dei mullah Mottaki,una scossa all'interno del vacillante regime

Futile tentativo di dare la colpa dei fallimenti internazionali del regime a Mottaki, al posto della Resistenza Iraniana

La signora Maryam Rajavi, Presidente eletta della Resistenza Iraniana, ha descritto le improvvise dimissioni del ministro degli esteri del regime, Manourcher Mottaki, da parte di Ahmadinejad come segno della perdita di egemonia e peso da parte di Ali Khamenei, l'aumento della spaccatura interna e il risultato della scossa interna al regime clericale nel suo stato di cedimento.

Maryam Rajavi ha detto: Le crisi interne al regime clericale sul programma nucleare, l'imposizione di sanzioni internazionali, l'enfasi dei paesi della regione sul bisogno di un rovesciamento del regime - svelato in recenti rivelazioni - e i successivi fallimenti del regime nei confronti della Resistenza Iraniana sul piano internazionale, come pure la diffusione di un crescente supporto ai residenti di Ashraf, membri del PMOI/MEK, sono tra le principali ragioni delle dimissioni di Mottaki.

Il frettoloso licenziamento del ministro degli esteri del regime, durante una visita ufficiale nei paesi Africani, è un inutile tentativo da parte del regime di spiegare i propri fallimenti riversandoli su Mottaki.

La successione dei fallimenti del regime ha aumentato le crisi interne a cui seguiranno una lunga serie di fallimenti.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
13 dicembre 2010

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares