• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Martedì 18 Febbraio 2020, 18:56:01.

Maryam Rajavi: Non resta molto tempo prima che il regime dell'Iran acquisisca la bomba atomica

Non è ulteriormente giustificato un ritardo nell'imposizione di sanzioni

ImageCNRI, 2 Maggio - Dopo che i cinque membri permanente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e la Germania hanno deciso di riunirsi a Parigi, la sig.ra Maryam Rajavi, presidente eletto della Resistenza Iraniana, ha chiesto l'imposizione immediata di sanzioni contro il regime iraniano. "Il rapporto dall'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica non ha lasciato dubbi circa le intenzioni dei mullah di ingannare la Comunità internazionale per guadagnare altro tempo per lo sviluppo della bomba nucleare.

Quindi, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, senza ulteriore indugio, dovrebbe applicare pesanti sanzioni contro i dittatori religiosi che governano l'Iran," ha detto la sig.ra Rajavi.

Iran: Maryam Rajavi si congratula per la risoluzione del Consiglio di sicurezza

 Sig.ra Rajavi chiede l’adozione delle sanzioni contro il regime iraniano

ImageCNRI , 30 Marzo - Maryam Rajavi, presidente della repubblica eletta dal Consiglio nazionale della resistenza iraniana, si congratula per la risoluzione approvata all'unanimità dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulla  sospensione di tutte le attività d'arricchimento anche quelle di ricerca-sviluppo.

La Sig.ra Rajavi ha chiesto l’adozione delle sanzioni generali contro il regime di Teheran  per impedirgli di acquisire armi nucleari. Il presidente Rajavi ha qualificato la dichiarazione della notte scorsa del Consiglio di sicurezza come una misura necessaria ed utile.

Iran-Maryam Rajavi: un anno di sconfitta per i mullah in Iran

ImageCNRI - Maryam Rajavi, presidente della repubblica eletta dalla resistenza iraniana, ha indirizzato i suoi migliori auguri agli iraniani in Iran ed all'estero per Norouz, il nuovo anno iraniano, che si celebra il primo giorno della primavera, ed ha auspicato la speranza di vedere il più rapidamente possibile l'arrivo della libertà in Iran.
La sig.ra Rajavi ha ritenuto che le 4100 manifestazioni e proteste avvenute in Iran, compresi i sollevamenti di Khouzistan e di Kurdistan, il coraggioso sciopero degli autisti d'autobus di Teheran, le manifestazioni in tutto il paese per la festa del fuoco, la sommossa dei dervisci a Qom, e le ampie e continue proteste delle donne, fossero altrettanti segni della determinazione del popolo iraniano per rovesciare questo regime disumano.

Iran: Maryam Rajavi accoglie favorevolmente il rinvio del caso nucleare iraniano all'ONU

Sollecita  un’approvazione immediata delle sanzioni complete contro il regime clericale

ImageCNRI, 8 Marzo - La sig.ra Maryam Rajavi, presidente eletto della resistenza iraniana, si è congratulata a nome del popolo iraniano per l’invio della documentazione sul caso del nucleare iraniano al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ed ha richiesto l'approvazione immediata di sanzioni diplomatiche su petrolio, armi e tecnologia contro il regime.

Iran: Rajavi si rallegra per il deferimento del dossier nucleare da parte dell’Aiea

 Sig.ra Rajavi chiede l’adozione delle sanzioni generali e la rimozione dell'OMPI dall'elenco del terrorismo

ImageCNRI, 4 Febbraio - Maryam Rajavi, presidente della repubblica eletta dalla resistenza iraniana, si è rallegrato della decisione del Consiglio dei governatori dell’AIEA di inviare il dossier nucleare dei mullah al Consiglio di sicurezza dell'ONU. Ha qualificato questa misura come il primo passo necessario per impedire a Teheran di dotarsi d’armi atomiche ed ha chiamato all'adozione immediata di sanzioni in petrolio, in armi, tecnologiche e diplomatiche contro il regime. "il solo modo di contrastare le frodi e gli oscuramenti dei mullah è di agire rapidamente e di non dare loro più tempi", lei ha aggiunto.

Iran: Sciopero dei trasporti urbani a Teheran

Maryam Rajavi saluta i scioperanti e chiede ai giovani della capitale a sollevarsi per sostenerli

ImageCNRI, 28 gennaio -  Migliaia dei dipendenti della società di Bus Vahed di Teheran hanno iniziato uno sciopero generale per protestare contro le misure repressive e rivendicare i loro diritti. La scorsa notte , le forze di sicurezza hanno duramente represso i dipendenti per impedire azioni di protesta. Le forze di sicurezza hanno proceduto ad un gran numero di arresti nelle prime ore di sabato.

Iran - Rajavi: Porre fine alla sfida di Teheran con un cambiamento democratico

ImageCNRI, 18 gennaio - Oggi la guida suprema dei mullah, Ali Khameneï ha rilevato che "la repubblica islamica d’Iran è ormai membro del club nucleare mondiale" ed ha insistito per la prosecuzione del programma atomico del suo regime. Il mondo non "può piegare la nostra volontà", ha proclamato. In un tentativo ovvio di guadagnare tempo, Teheran ha proposto con impudenze la ripresa dei negoziati nucleari con i paesi europei, cosa che è stata rapidamente respinta dagli europei e dagli Stati Uniti.

Iran - Rajavi: Porre fine alla sfida di Teheran con un cambiamento democratico

ImageCNRI, 18 gennaio - Oggi la guida suprema dei mullah, Ali Khameneï ha rilevato che "la repubblica islamica d’Iran è ormai membro del club nucleare mondiale" ed ha insistito per la prosecuzione del programma atomico del suo regime. Il mondo non "può piegare la nostra volontà", ha proclamato. In un tentativo ovvio di guadagnare tempo, Teheran ha proposto con impudenze la ripresa dei negoziati nucleari con i paesi europei, cosa che è stata rapidamente respinta dagli europei e dagli Stati Uniti.

Iran-Rajavi: La sola soluzione è un cambiamento democratico da parte del popolo e la sua resistenza

Il principale ostacolo al cambiamento, è la politica d’accondiscendenza e nel suo cuore l’etichetta di terrorismo attaccato alle OMPI che deve essere abbandonato

ImageCNRI, 15 gennaio -Ieri a seguito delle opinioni espresse da Mahmoud Ahmadinejad, il presidente del regime dei mullah, e alla vigilia della riunione dell'UE, gli USA,
la Russia e la Cina a Londra, Maryam Rajavi, presidente della repubblica eletta dal Consiglio nazionale della resistenza iraniana, ha sfidato le dichiarazioni di Ahmadinejad dicendo che le dichiarazioni demagogici e belliciste del presidente del regime in declino al potere in Iran mostra ancora una volta, come lo aveva detto la resistenza iraniana in questa estate, che Khamenei, la guida suprema del regime, ha dichiarato la guerra alla Comunità mondiale, con privato la sua ingerenza in Iraq.

Iran: L'ultima trasgressione nucleare del regime è la conseguenza dell'inerzia internazionale

ImageCNRI - La teocrazia in Iran ha comunicato all'Agenzia internazionale dell'energia atomica che avrebbe ripreso i lavori di ricerca sospesi sul combustibile nucleare il 9 gennaio. Tale decisione  supera un nuovo passo verso l'acquisizione di armi nucleari di fronte all'inerzia internazionale. Mohammad Mohadessin, presidente della commissione affari esteri del CNRI, ha dichiarato a tal fine che "la decisione di non inviare il dossier nucleare di Teheran al Consiglio di sicurezza in novembre, la prosecuzione dei negoziati a Vienna in dicembre, e la proposta russa, hanno incoraggiato il regime a sfidare la Comunità internazionale, e gli ha dato ancora più tempio per avvicinarsi alla produzione dell'arma atomica."

Copyright © 2020 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;