mercoledì, Ottobre 20, 2021
HomeComunicati StampaResistenza IranianaIran – Attività delle Unità di Resistenza del MEK – Incitamenti alla...

Iran – Attività delle Unità di Resistenza del MEK – Incitamenti alla protesta la scorsa settimana contro la dittatura al potere

Astara: le attivita’ della unita’ della resistenza del MEK 13 Agosto 2021

Massoud Rajavi: “L’insediamento e la nomina di Raisi a presidente da parte del leader supremo Khamenei costituiscono un punto di svolta e uno sviluppo seminale che accelererà la caduta del regime”
La scorsa settimana, Unità di Resistenza e sostenitori dei Mojahedin-e Khalq (MEK/OMPI) hanno affisso striscioni e cartelli, scritto graffiti e distribuito volantini in tutto l’Iran per diffondere messaggi dalla leadership della Resistenza sulla nomina e l’insediamento di Ebrahim Raisi come presidente. Nelle loro attività, hanno anche affermato che l’unico modo per raggiungere la libertà e la democrazia in Iran è attraverso le proteste, le rivolte e il rovesciamento del regime clericale.
Queste attività si sono svolte mentre le forze repressive del regime erano in massima allerta. La popolazione in diverse città ha accolto con favore le attività, che oltre che in diverse aree di Teheran hanno avuto luogo a Karaj, Isfahan, Shiraz, Mashhad, Astara, Gorgan, Kashan, Qom, Marvdasht, Shahr-e Rey, Torbat Heydariyeh, Neyshabur, Rudsar, Sonqor, Anzali, Behbahan, Sari, Bushehr, Andisheh e altrove.
Alcuni degli slogan sono stati: “Morte a Khamenei, viva Rajavi,” “Iran libero con Maryam Rajavi”, “Morte all’oppressore, che sia lo shah o la guida [Khamenei]”, “Morte al dittatore”, “Morte a Khamenei”, “Gli iraniani sono vigili, odiano sia i mullah che lo scià”, “Finché i mullah non se ne andranno, la nostra patria non sarà libera”, “Né monarchia né tirannia religiosa, il tempo dei mullah è finito”, “Morte a Raisi, morte a Khamenei”, “Maryam Rajavi: la nazione iraniana è del tutto pronta a rovesciare il regime”, “Maryam Rajavi: Insorgete per portare la libertà in Iran”, “Massoud Rajavi: l’insediamento di Khamenei e la nomina del boia Raisi come presidente sono un punto di svolta e uno sviluppo seminale che accelererà la caduta del regime”, “Massoud Rajavi: è tempo di insorgere e protestare in tutto l’Iran” e “Non lasciamo soli i giovani ribelli nel Khuzestan”.
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza dell’Iran (CNRI)
14 agosto 2021

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,597FollowersFollow
36,542FollowersFollow