• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Giovedì 22 Agosto 2019, 14:39:27.

Studente attivista iraniano condannato ad 8 anni di reclusione

La Corte d’Appello iraniana del regime della Provincia di Teheran ha confermato la condanna dello studente attivista Sina Darvish Omran.

Nel mese di Giugno, Darvish Omran, studente di traduzione in lingua tedesca presso l’Università di Teheran, era stato condannato dal Tribunale Rivoluzionario ad otto anni di reclusione ed al divieto di svolgere attività politica o di partecipare a partiti politici, al cyberspazio, ai media ed ad attività di stampa.

Iran: 46 esecuzioni in cinque settimane

Esecuzioni arbitrarie per diffondere la paura col fine di fermare l’aumento delle rivolte

L’inumano regime dei mullah, disperatamente bisognoso di reprimere le rivolte popolari, ha ripiegato su un aumento delle esecuzioni. Solo nel mese di Luglio, gli agenti dei mullah hanno impiccato 39 prigionieri: quattro di questi erano donne, ed una delle esecuzioni è avvenuta in pubblica piazza.

Iran: Salvare le vite delle prigioniere politiche detenute nel carcere di Qarchak

Il Comitato delle Donne del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana sollecita l’invio di una delegazione internazionale per l’ispezione delle carceri iraniane e la visita dei prigionieri

Il Comitato delle Donne del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana condanna con forza la brutale aggressione ai danni di quattro prigioniere politiche avvenuta nel carcere di Qarchak, a Varamin.

Iran: Nuove accuse nei confronti dei prigionieri politici

Di Hamideh Taati

Il regime iraniano ha formulato nuove accuse fittizie a carico di due prigionieri politici ed attivisti per i diritti umani arrestati nei primi mesi di quest’anno per aver osato protestare contro l’esecuzione di tre prigionieri politici curdi e per aver rifiutato l’ispezione fisica.

Iran: esacerbazione delle misure repressive contro le donne

Il regime disumano dei mullah, nel timore di diffusione della rivolta popolare, delle proteste e il crescente ruolo delle donne in queste proteste, ha imposto ulteriori misure repressive contro le nobili donne vittime dei pretesti dei mullah, come l'annosa questione del velo obbligatorio.

Il regime iraniano condanna giornalista a due anni di carcere

Di Mahmoud Hakamian

Il sistema giudiziario del regime iraniano domenica ha condannato un giornalista a due anni di carcere per "aver diffuso false informazioni" e "insultato" il leader spirituale supremo dei mullah e le autorità, ha detto il suo avvocato ai media statali.

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;