• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Sabato 17 Novembre 2018, 09:19:41.

Iran: Accusa di corruzione terrena per quattro attivisti ambientali e sospetto assassinio di un altro altro

Terrorismo, arresti a tappeto, false accuse ed eliminazione fisica dei prigionieri: sono questi gli strumenti con cui i regime affronta la rivolta.
Il procuratore del regime clericale ha incriminato cinque attivisti ambientali, arrestati nove mesi prima dall’Intelligence del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica, con l’accusa di “corruzione terrena”, dichiarando che i loro dossier sono pronti ad essere sottoposti alla corte.

Gli Stati Uniti dovrebbero sostenere la resistenza iraniana all'UNGA

L'Iran è uno dei peggiori paesi al mondo in fatto di libertà religiosa, una situazione riportata ogni anno da gruppi per i diritti umani e organismi governativi statunitensi,denunciando la reiterata persecuzione delle minoranze religiose profondamente radicata nel regime.

Iran: 31 impiccagione, 9 prigionieri politici, in 20 giorni

Il regime iraniano, con un piede nella tomba, ha impiccato di massa, il 22 settembre, nove prigionieri nel carcere di Adel-abad a Shiraz. Il capo criminale delle “magistratura” della regione Fars aveva affermato di “affrontare seriamente e fermamente chi disturba l’ordine e la sicurezza” della società, leggi il regime dei mullà. 

ONU Ginevra, 30° anniversario del massacro del 1988 in Iran

Venerdì 14 settembre 2018, 30 anni dopo il massacro di 30.000 prigionieri politici in Iran nel 1988, nella sede delle Nazioni Unite a Ginevra si è tenuta una conferenza sponsorizzata dalle seguenti organizzazioni non governative:

Il regime iraniano continua a reprimere il popolo

Di Mahmoud Hakamian
Rapporti provenienti dall’Iran riferiscono l’arresto di due artisti iraniani in seguito alla loro partecipazione ad una riproduzione del “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare.
Gli arrestati sono Saeed Assadi, direttore del teatro che ospitava lo spettacolo, e Maryam Kazemi, regista della pièce.

Iran: 11 esecuzioni nelle prigioni di Zahedan e Gohardasht

Il 3 e il 5 settembre, il regime disumano dei mullah ha giustiziato 11 prigionieri nelle prigioni di Zahedan e Gohardasht (Karaj).
Tre di questi prigionieri sono stati mandati al patibolo nella prigione di Zahedan all'alba di martedì 3 settembre. I tre, di etnia baluchi e di età compresa tra i 21 e i 24 anni, erano stati condannati a morte con l'accusa di aver ucciso un agente di polizia.

Iran: L’appello internazionale per salvare la vita a tre giovani curdi

La Resistenza Iraniana lancia un appello al Segretario generale dell’ONU, al Consiglio di Sicurezza, al Consiglio e al Commissario dei Diritti Umani dell’ONU e tutti gli organi difensori dei Diritti Umani di intervenire urgentemente per salvare la vita di tre prigionieri politici curdi, Zanyar e Loghman Moradi e Ramin Hossein Panahi.

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;