• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Mercoledì 17 Luglio 2019, 15:36:38.

Iran: i nomi di 28 prigionieri politici arrestati nel 2018

Appello per l’invio di una delegazione internazionale che incontri i prigionieri e visiti le prigioni del fascismo religioso al potere in Iran

Il 19 Aprile 2019, dopo l’inserimento del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica nella lista delle organizzazioni terroristiche, Mahmoud Alavi, il Ministro dell’Informazione del regime clericale, ha tentato di sollevare il morale delle depresse forze del regime, rilasciando ridicole dichiarazioni, come quella secondo cui negli ultimi anni la Gestapo dei mullah, seguendo le linee guida di Khamenei, avrebbe fatto compiere ai servizi segreti “svolte epiche”.

Egli ha affermato: “Durante lo scorso anno sono state affrontate 116 squadre legate ai Mojahedin del Popolo.”

La Resistenza Iraniana, sottolineando come il numero degli arresti dello scorso anno sia in realtà molto più alto di quanto non traspaia dai dati forniti dal Ministro, ha dichiarato il giorno stesso che il regime deve pubblicare i nomi degli arrestati.

A questo proposito i Mojahedin del Popolo hanno pubblicato i nomi di 28 detenuti del 2018/2019 ancora in carcere, e richiedono un’urgente azione internazionale per il loro rilascio: nome cognome, la eta’, citta’, data dell’arresto
1. Farshad Etemadifar, 24, Gachsaran, giugno 2018
2. Omid Javid Nasab, 20, Gachsaran, giugno 2018
3. Farshad, 21, Gachsaran, giugno 2018
4. Farshid Baharan, 21, Yasouj, giugno 2018
5. Mehrzad Baharan, 27, Yasouj, giugno 2018
6. Amir Ramin Fard, 38, Tabriz, giugno 2018
7. Shahyad Ghanavati, 32, Ahvaz, settembre 2018
8. Afshin Barzegar Jamshidi, 29, settembre 2018
9. Majid Mahmoudian, 37, Tabriz, settembre 2018
10. Mohammad Reza Hasan Maleki, 33, Semnan, ottobre 2018
11. Zarir Hadipour, 56, Kohdasht, ottobre 2018
12. Farhang Khorshidi, 41, Kohdasht, ottobre 2018
13. Alireza Barzegar, 40, Karaj, ottobre 2018
14. Pouriya Vahidian, Tehran, novembre 2018
15. Manoochehr Farhadi, 50, Isfahan, febbraio 2019
16. Seyyed Mehdi Vafaie, 35, Tehran, febbraio 2019
17. Hossein Noori Derakhshan, 36, Tehran, febbraio 2019
18. Hamid Kashani, Ghaemshahr, febbraio 2019
19. Vahid Bani Ameriyan, 26, Tehran, marzo 2019
20. Pooya Ghobadi, 26, Tehran, marzo 2019
21. Sina Zahiri, 36, Tehran, marzo 2019
22. Mohsen Farid, 44, Tehran, marzo 2019
23. And 24. Parsa Sedighi Hamedani, 22, con la sua sorella, Urmia, marzo 2019
25. Ebrahim Khalil Sedighi Hamedani, Urmia, 60, marzo 2019
26. Afshin Shahsavari, 27, Tehran, marzo 2019
27. Abbas Shahbazi, 41, Ahvaz, marzo 2019
28. Najah Anvar Hamidi, 60, Ahvaz, marzo 2019

il 19 Aprile 2019 la Sig.ra Maryam Rajavi, Presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, ha sollecitato il Segretario Generale, l’Alto Commissario ed il Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, nonché le organizzazioni internazionali per i diritti umani, ad intervenire immediatamente per il rilascio dei detenuti, e per l’invio di delegazioni che visitino le carceri del regime e che incontrino i prigionieri politici.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
23 Aprile 2019

 

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares