• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Giovedì 22 Agosto 2019, 14:39:27.

Studente attivista iraniano condannato ad 8 anni di reclusione

La Corte d’Appello iraniana del regime della Provincia di Teheran ha confermato la condanna dello studente attivista Sina Darvish Omran.

Nel mese di Giugno, Darvish Omran, studente di traduzione in lingua tedesca presso l’Università di Teheran, era stato condannato dal Tribunale Rivoluzionario ad otto anni di reclusione ed al divieto di svolgere attività politica o di partecipare a partiti politici, al cyberspazio, ai media ed ad attività di stampa.

Secondo quanto riportato, tra una settimana avrà luogo anche il processo di Marzieh Amiri, altra studentessa attivista e giornalista.

Amiri era tra i dieci attivisti percossi ed arrestati durante la protesta tenutasi di fronte al Majles (Parlamento) in occasione della Giornata internazionale dei Lavoratori, il 1 Maggio 2019.

La sezione 6 del Tribunale Rivoluzionario di Teheran ha accusato Marzieh di “collusione e propaganda contro il regime” e “disturbo della quiete pubblica”.

La Sig.ra Amiri, studente all’ultimo anno del Master in Scienze Sociali all’Università di Teheran, ha sofferto di attacchi epilettici in conseguenza delle pressioni a cui è stata sottoposta durante gli interrogatori.

Arash Dolatshahi, l’avvocato di Amiri, ha dichiarato che le autorità iraniane si rifiutano di rilasciarla su cauzione per cure mediche e perché completi la tesi del master.

 

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares