domenica, 5 Aprile, 2020
Home Notizie Iran News Donne arrestate in Iran perché andavano in bicicletta in pubblico

Donne arrestate in Iran perché andavano in bicicletta in pubblico

CNRI – Il regime fondamentalista iraniano martedì ha arrestato un gruppo di donne perché andavano in bicicletta in pubblico, nella città nord-occidentale di Marivan, nella provincia del Kurdistan iraniano.

Il fatto è avvenuto il 26 Luglio, quando un gruppo di donne aveva intenzione di partecipare ad una gara ciclistica dal piazzale dello stadio cittadino al lago Zaribar. 

Secondo i racconti di alcuni testimoni oculari, le forze di polizia repressiva hanno avvicinato le donne e le ragazze del gruppo informandole che, in base ad una nuova direttiva del governo, andare in bicicletta nei luoghi pubblici è vietato alle donne e considerato “illegale”.

Gli agenti della polizia repressiva hanno chiesto alle ragazze e alle donne di firmare un documento con il quale promettevano di non ripetere la loro “violazione” di andare in bicicletta in pubblico.

Diverse donne che hanno protestato per queste nuove misure misogine del regime sono state arrestate, hanno detto i testimoni.

Commentando questa nuova misura repressiva Farideh Karimi, membro del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI) ed attivista per i diritti umani ha detto: 

“La repressione delle donne è stato un fondamento dei regime dei mullah sin dal principio. Questa ultima misura restrittiva dimostra che quella misoginia è aumentata con il governo di Hassan Rouhani. Ogni giorno che passa il regime dei mullah viola sempre più i diritti fondamentali delle donne per i quali hanno combattuto duramente.

Una tale discriminazione sessuale e l’indiscriminato aumento delle violazioni dei diritti umani, dimostrano chiaramente che Hassan Rouhani non è diverso dagli altri mullah e che le speranze di un miglioramento dei diritti delle donne in Iran, che qualcuno ha auspicato all’inizio della sua presidenza, sono un miraggio.

Il mondo ora si sta rendendo conto, tardivamente, di questa tragedia che, come il Foreign Office britannico ha dichiarato nel suo recentissimo aggiornamento sulla situazione dei diritti umani in Iran la scorsa settimana, è peggiorata negli ultimi sei mesi”.

 

FOLLOW NCRI

70,962FansLike
1,299FollowersFollow
33,970FollowersFollow