mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home Notizie Iran News Finora ci sono state sollevazioni popolari in almeno 17 province dell'Iran

Finora ci sono state sollevazioni popolari in almeno 17 province dell’Iran

Proteste dell’Iran – N. 6

Proteste dell’Iran – 12 gennaio 2020 a Teheran e in altre città iraniane

La signora Rajavi, Presidente eletta dal Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (NCRI) afferma: “l’Iran è insorto per la liberarsi dal fascismo religioso; il mondo deve riconoscere la legittima domanda nazionale di rovesciare il regime”.

Le proteste del popolo iraniano contro la tirannia religiosa al potere in Iran sono proseguite per il secondo giorno consecutivo. Si sta rapidamente diffondendo e finora, oltre a Teheran, in altre 16 province si sono svolte proteste.

 I manifestanti chiedono il rovesciamento del regime clericale in varie parti di Teheran e in altre città del paese, tra cui Isfahan, Mashhad, Ahvaz, Shadegan, Kermanshah, Sanandaj, Karaj, Sari, Babol, Amol, Semnan, Shahroud, Tabriz, Qazvin , Zanjan, Shiraz, Oroumieh, Gorgan, Arak, Qods e Robat Karim.

Stanno cantando: “morte al dittatore”; “morte all’oppressore, che si tratti dello scià o del leader (Khamenei)”; “l’IRGC commette crimini, il leader li sostiene”; “gli studenti sono svegli, disprezzano Seyyed Ali (Khamenei ), “;” Oggi è un giorno di lutto, la nazione iraniana è in lutto “;” i comandanti dell’IRGC, voi siete l’ISIS “;”cannoni, carri armati, petardi, i mullah devono sparire “;” vergogna, vergogna per il leader incompetente”; “la gente sta implorando, il leader vive come un Dio”, “l’incompetente IRGC è la sorgente degli omicidi”; “ucciderò chiunque abbia ucciso mio fratello”; ” fratello mio martirizzato, vendicherò il tuo sangue” ;”gli studenti muoiono ma non accetteranno mai l’umiliazione “;” I codardi dell’IRGC sono responsabili dell’uccisione del popolo “;” Khamenei è un assassino, il suo governo è illegittimo “;” 1500 morti a novembre “e” siamo guerrieri, combattiamo e combatteremo “.

A Teheran, persone e giovani stanno protestando in piazza Azadi (libertà), piazza Enqelab (rivoluzione) e strade adiacenti. A piazza Azadi, gli agenti sotto copertura del regime hanno attaccato i manifestanti. Per impedire a più persone di unirsi alle manifestazioni, il regime ha chiuso le porte della metropolitana di Piazza Azadi, lasciando un gran numero di persone bloccate nella stazione. Le forze repressive hanno portato veicoli equipaggiati con mitragliatrici di calibro 50 per attaccare i manifestanti. Il regime sta anche cercando di disperdere i manifestanti usando i cannoni spara acqua.

La signora Maryam Rajavi ha elogiato il popolo iraniano insorto e ha detto che le persone da nord a sud e da est a ovest del paese in varie città sono cresciute per liberare il paese dal giogo del fascismo religioso. È giunto il momento per la comunità mondiale di riconoscere la verità ossia che il fascismo religioso dominante non rappresenti il popolo iraniano e riconosca la richiesta nazionale del popolo iraniano di rovesciare questo regime.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Ressitenza Iraniana

12 Gennaio 2020

 

FOLLOW NCRI

70,823FansLike
1,445FollowersFollow
34,911FollowersFollow