• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Sabato 17 Novembre 2018, 09:19:41.

Iran: Sciopero nazionale degli insegnanti

per protestare contro le loro inaccettabili condizioni di vita

Da martedì mattina, 13 novembre, i nobili insegnanti hanno rifiutato di tenere le lezioni scolastiche e hanno partecipato a vari sit-in nelle scuole. Lo sciopero arriva in un momento in cui le forze repressive hanno dapprima tentato di intimidirli dopo il sit-in nazionale del mese scorso arrestando e convocando gli insegnanti e diffondendo varie minacce.

Il quarto round di sciopero dei camionisti in diverse province del paese

Dalla mattina di giovedì 1 novembre è iniziato il quarto round di sciopero dei camionisti, che ha coperto vaste aree del paese. 

Gli autotrasportatori provenienti da diverse province tra cui Teheran, Isfahan, Khuzestan, West Azarbaijan, East Azarbaijan, Khorasan Razavi, South Khorasan, North Khorasan, Sistan e Baluchestan, Fars, Kermanshah, Kerman, Hamedan, Golestan, Zanjan, Semnan, Hormozgan e altri hanno incrociato le braccia.

Iran: inquinamento cancerogeno a Kazzaz, un villaggio conosciuto da tutti i medici

Di Mahmoud Hakamian

Kazzaz, un villaggio di circa 1900 abitanti, è situata nella contea di Shazand ( a circa 20 kilometri da Arak, nella Provincia di Markazi). Il massiccio inquinamento di quest’area ha portato ad un alto tasso di tumori, infertilità, feti malformati, bambini disabili, malattie della pelle ed anche decessi.

Le aziende tedesche sono le prime ad abbandonare il mercato iraniano

Di Mahmoud Hakamian

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiarito che renderà molto difficile per i paesi stranieri fare affari con l'Iran. Da quando ha annunciato che gli Stati Uniti stavano uscendo dall'accordo nucleare iraniano del 2015, un certo numero di compagnie ha cessato l'attività con l'Iran per timore di essere coinvolti nelle sanzioni annunciate dall'amministrazione.

Iran: rompere il taboo di Khamenei e della sua leadership

Con i conflitti e le lotte in corso all’interno del regime, la posizione della “Guida Suprema” dell’Iran, Ali Khamenei, viene messa in discussione in modo significativo.
Gli esponenti del regime altamente corrotti non stanno rendendo le cose più facili per Khamenei, poiché con la loro cattiva gestione la popolazione sta diventando sempre più furiosa.

Editoriale: il Leader Supremo iraniano decide di ignorare la crisi economica

La scorsa settimana il Leader Supremo del Regime Iraniano Ali Khamenei ha parlato di come i funzionari dovrebbero affrontare le crescenti problematiche economiche che il paese sta affrontando. Rivolgendosi all’Assemblea degli Esperti (un gruppo di eletti funzionari designati dal Leader Supremo) li ha avvertiti, dicendo loro che i problemi che il paese sta vivendo non dovrebbero essere sopravvalutati.

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;