• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Venerdì 17 Gennaio 2020, 08:27:28.

Finora ci sono state sollevazioni popolari in almeno 17 province dell'Iran

Proteste dell'Iran - N. 6

Proteste dell'Iran - 12 gennaio 2020 a Teheran e in altre città iraniane

La signora Rajavi, Presidente eletta dal Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (NCRI) afferma: "l'Iran è insorto per la liberarsi dal fascismo religioso; il mondo deve riconoscere la legittima domanda nazionale di rovesciare il regime".

NON SOLO SULEIMANI, IL CARNEFICE E' TEHERAN

Di Elisabetta Zamparutti

Il Riformista 12 Gennaio - Il 1° gennaio scorso l’Iran ha impiccato 8 uomini nel carcere di Rajai-Shahr della città di Karaj. Si è lasciato alle spalle almeno 285 esecuzioni nell’anno appena passato, il che, secondo i dati di Nessuno tocchi Caino, porta ad oltre 3.882 i giustiziati sotto la presidenza Rouhani, in carica dal 1° luglio 2013.

Le manifestazioni e rivota in molte città iraniane

Proteste in Iran N.3

Contemporaneamente alle manifestazioni di Teheran contro in protesta contro abbattimento del Boeing 737 ucraino dai pasdaran in molte altre città del Paese, tra cui Esfahan, Babol, Mashhad, Shiraz, Sanandaj e Lahijan la popolazione scesa in piazza per protestare. 

EDITORIALE: Le proteste in Iran continueranno fino alla vittoria

Il 26 dicembre ha segnato la commemorazione del 40° giorno per gli oltre 1.500 manifestanti uccisi durante la rivolta nazionale di novembre. La rivolta è scoppiata infatti il 15 novembre, inizialmente per l’aumento dei prezzi del carburante deciso dal regime. Terrorizzato da un altro giro di proteste, il regime ha posto tutte le sue forze repressive in piena allerta in tutto il Paese.

Proteste dell'Iran: martiri dell'insurrezione nazionale onorati nel 40 ° giorno da una commemorazione nonostante misure di sicurezza senza precedenti

L'organizzazione non governativa di Netblocks.org che monitora la sicurezza informatica e la governance di Internet, conferma che Internet è stata chiusa quasi completamente dal regime il 26 dicembre 2019

IRAN UPRISING - NO. 65

Terrorizzato dall'eruzione di un'altra rivolta nazionale in occasione della commemorazione del 40 ° giorno dei martiri dell'insurrezione di novembre, il regime clericale non solo ha soppresso Internet, ma ha mobilitato anche tutte le sue forze repressive, tra cui l'IRGC, la Forza di sicurezza dello Stato, i Bassij , in borghese, e agenti del ministero dell'intelligence, nonché unità antisommossa schierate in molte parti di Teheran e in altre città in uno sforzo frenetico per impedire che le cerimonie onorino i martiri.

Proteste in Iran: diciassettesimo giorno di rivolta per il cambio di regime

IL CONTENUTO DI QUESTA PAGINA E' AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ DELLE PROTESTE IN IRAN

L'Iran è stato scosso da proteste a livello nazionale per il cambio di regime nelle ultime due settimane. La rivolta nazionale si è estesa fino al suo diciassettesimo giorno consecutivo domenica 1 dicembre.

Bruce Mccolm: la comunità internazionale deve intraprendere azioni decisive per limitare l’ulteriore perdita di vite in Iran

Di Mahmoud Hakamian

Dall’inizio della rivolta nazionale in Iran, ci sono stati numerosi inviti all’azione da parte di diverse personalità politiche e sociali in tutto il mondo.
Martedì scorso, in una tribuna aperta per la United Press International (UPI), Bruce McColm, ex direttore esecutivo di Freedom House, ha invitato la comunità internazionale a prendere “provvedimenti decisivi per limitare l’ulteriore perdita di vite umane in Iran” mentre il regime continua la sanguinosa repressione dei manifestanti.

Maryam Rajavi invita la nazione iraniana a insorgere per la libertà

L’Iran si solleva in rivolta

La leader dell’opposizione iraniana Maryam Rajavi ha invitato il popolo iraniano a sollevarsi in rivolta contro il regime dei mullah. Mercoledì scorso, in un messaggio alla nazione iraniana, la signora Rajavi ha affermato che è “dovere patriottico” di tutti gli iraniani sostenere le proteste in corso, i giovani ribelli e le Unità di Resistenza del principale gruppo di opposizione, Organizzazione dei Mojahedin del Popolo dell’Iran (OMPI) , noto anche come Mujahedin-e-Khalq (MEK).

Copyright © 2020 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;