• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Martedì 03 Dicembre 2019, 08:25:53.

Iran: Opposizione iraniana ha rivelato l’esistenza di due centri di produzione nucleare nel 2002

ImageIl CNRI, 8 Settembre – Il Dipartimento di  Stato USA ha presentato un capitolo di 108 pagine riguardo la proliferazione di armi nucleari, indicando che l’Iran ha un programma di offensiva con armi biologiche.
Il rapporto rilasciato il 30 Agosto ha denunciato gli sforzi della Resistenza Iraniana nell’opporsi al programma nucleare di Tehran.

Il rapporto del Dipartimento  di Stato ha fatto notare che i giudizi degli Stati Uniti basati sull’evidenza che l’Iran possieda un programma di armi biologiche in violazione del tratto di non proliferazione di armi di distruzione di massa . L’Iran è tecnicamente capace di produrre armi biologiche di diversa entità, oltre alla costruzione di missili
Contro la sua capacità manifatturiera sempre più in espansione, l’Iran continua aggressivamente tenta di ottenere tecnologia straniera, formazione ed esperienza per poter proseguire il suo progetto industriale biotecnologia .
Il rapporto riporta gli sforzi della Resistenza Iraniana per denunciare gli obiettivi dei mullah di acquisire armi nucleari e dice:“In Febbraio 2003, un gruppo di opposizione iraniana  ha svelato  che esperti cinesi stavano continuando a lavorare alle miniere di uranio di Saghand in Iran come supervisori”. Esso riportava che gli Stati Uniti concludevano che l’Iran stava portando avanti il progetto di proliferazione di armi nucleari e relative tecnologie in contrasto al Trattato di NPT. 
Il rapporto inoltre dice che: “L’Iran ha condotto ricerche, in alcuni casi estesamente, per parecchie tecnologie di arricchimento, compreso centrifughe a gas e la separazione dell'isotopo con laser. Ad agosto 2002, un gruppo iraniano di opposizione ha rivelato l'esistenza di due impianti nucleari segreti in costruzione in Iran" una centrale  per la produzione di acqua pesante ad Arak e la produzione del combustibile nella centrale di Natanzâ come successivamente descritto dall' IAEA che si comporta in base alle rivelazioni dell’ agosto 2002, in Iran avevano intrapreso anni prima un enorme ed ambizioso programma per la centrifuga.
L'Iran ha confermato al Direttore Generale dell' IAEA a  febbraio del 2003 che il luogo di Natanz è inteso per essere una funzione su scala industriale di arricchimento della centrifuga, per assicurare apparentemente combustibile nucleare. Quando i sospetti sono stati sollevati circa una possibile attività di arricchimento alla fabbrica di Kalaye Electric Company a Tehran, l'Iran in primo luogo l' ha negato, sostenendo che la fabbrica era un magazzino ..

L'Iran successivamente ha ammesso che faceva parte del programma nucleare , ma Kalaye è stata  identificata soltanto come fabbrica per componenti della centrifuga. L'Iran allora ha cambiato ancora la versione, poichè l' IAEA ha sondato molto più attentamente, concedendo che aveva posizionato le centrifughe da almeno cinque anni.
 
L'Iran ha rifiutato le richieste dell' IAEA di far entrare un ispettore  a Kalaye per molti mesi, tuttavia,  secondo una fonte sicuro ha pulito e rinnovato l'interno delle costruzioni della fabbrica" le attività hanno inteso chiaramente contrastare la capacità dell' IAEA di ottenere i campioni utili. Per un'altra fabbrica ritenuta sospetta di condurre all’interno attività di arricchimento con laser, l'Iran ha negato il permesso per il controllo dell' IAEA ed ha spostato l'apparecchiatura da quella struttura . Recentemente, l'Iran ha completamente raso al suolo una costruzione a Lavisan che era stata identificata pubblicamente da un gruppo di opposizione come essendo associata all'attività WMD-relativa, il rapporto celebre.
Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares