• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Lunedì 14 Gennaio 2019, 08:10:03.

Stallo dello stato economico dell'Iran e il problema degli istituti bancari illegali

Nel progetto di bilancio 2019-20 per l'Iran, il governo ha stanziato 800 milioni per far fronte al caos creato dagli istituti di credito senza licenza, una massiccia somma data la natura della crisi economica in corso nel paese.

In realtà, tale somma è uguale o superiore a quella assegnata a molti ministeri del governo e dati i sostanziali tagli al PIL dell'Iran dall'enorme perdita di entrate petrolifere, l'Iran ha meno soldi su cui contare rispetto agli anni precedenti.

Ma la verità è che il governo ha poche altre opzioni. Se quelle istituzioni fallissero e le persone perdessero i loro soldi, scatenerebbero solo più proteste che i mullah non saranno in grado di reprimere. Proprio l'estate scorsa, il governo iraniano ha dovuto spendere $ 300 milioni per mantenere vivi gli istituti di credito senza licenza.

Tuttavia, uno dei maggiori problemi legato a questo è come il regime stia ottenendo i soldi. Stanno semplicemente stampando più denaro, che poi porta all'inflazione dilagante. Alcuni esperti dicono che l'Iran sta già soffrendo di un'inflazione superiore al 200%, sebbene l'Iran abbia rivendicato l'inflazione del 40%. Questo è uno dei motivi del forte calo di valore del rial rispetto al dollaro USA.

Banche illegali

Negli ultimi 12 anni, l'Iran ha visto la creazione di una pletora di cooperative di credito, banche e istituti di credito, ma molti non hanno ottenuto la licenza necessaria dalla Banca centrale dell'Iran, quindi nessuno ha verificato la redditività finanziaria, regolamenti interni o esperienze bancarie di questi istituti.

Queste istituzioni illegali, non qualificate e non regolamentate si sono rivelate popolari con le persone perché promettevano alti tassi di interesse e perché nessuno sapeva di non doversi fidare di loro. Poi, le istituzioni hanno smesso di restituire il denaro della gente, che ha portato ad una crisi economica e sociale. I clienti truffati hanno preso parte a numerose proteste, chiedendo che il regime entrasse in azione, ma le autorità per la maggior parte li hanno ignorati.

Tuttavia, dopo le proteste di massa contro il regime scoppiate nel 2018, il regime è terrorizzato da qualsiasi protesta, motivo per cui hanno iniziato a spendere centinaia di milioni di dollari per puntellare banche illegali che affrontavano deficit di bilancio.

Ma la vera domanda qui è come mai queste istituzioni non siano state fermate al primo accenno di attività illegale? Dopotutto, sicuramente il Regime poteva vedere che le banche che operavano senza documenti adeguati avrebbero probabilmente ingannato i loro investitori.

Bene, la risposta è che le persone che gestiscono queste "banche" sono spesso associate al Regime in qualche modo; forse figli di mullah di alto rango o di figure religiose localeli. Questo è il motivo per cui le sentenze emesse sono spesso state a favore di questi istituti finanziari illegali prima del 2018.

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares