• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Sabato 12 Ottobre 2019, 21:00:22.

Iran: I provvedimenti oppressivi e mobilitazione delle mercenari iracheni, afghani e pakistani nelle regioni alluvionati

Mentre la disastrosa alluvione ingoia molte parti del Paese, dal Khorasan a Hormozgan e Kerman, la dittatura religiosa al potere anziché soccorrere gli alluvionati prende provvedimenti oppressivi contro la popolazione per impedire ogni loro azione di protesta. A questo proposito colonello pasdar Shahin Hassanvand ha dichiarato che nella regione di Khuzestan sono stati arrestati 24 persone con ridicole accuse di “spacciare false notizie sull’alluvione”. 

Dall’altra parte nei giorni scorsi il regime dei mullà ha mobilitato e spedito ad Ahvaz e altre zone di Khuzestan alluvianti numerosi mercenari paramilitari della Forza Qods in Iraq, i Hashd al-Shaabi, armati fino ai denti e coi corazzati, con la scusa di soccorrere, per reprimere le proteste popolari.
I mass media del regime per celare lo scandalo della presenza dei Hashd al-Shaabi hanno inventato una ridicola giustificazione e hanno detto che queste forze si trovano lì, in coordinazione con il regime e per sorvegliare l’Iraq, in particolare per salvaguardare la città di Amareh!
Inoltre secondo la stampa del regime iraniano un altro gruppo dei mercenari iracheni della Forza Qods, i Nojaba, “hanno attraversato il confine nella zona di Mehran e sono entrati in Iran”. Secondo questa stampa “Tutti i dirigenti dalla rappresentanza di Nojaba in Iraq e i capo del consiglio esecutivo del Movimento, accompagnano il gruppo”.
I paramilitari afghani e pachistani in servizio presso i pasdaran, i Fatemiun e gli Zeinabiun, si sono stabiliti nelle zone alluvionati, tra chi a Lorestan.
Il generale pasdar Qasem Soleimani, il criminale capo della Forza Qods per coordinare le operazioni s’è recato nelle zone alluvionate.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
14 aprile 2019

 

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares