• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Domenica 15 Settembre 2019, 09:07:22.

Hossein Abedini del CNRI denuncia la “debole” politica dell’UE in un’intervista al giornale britannico “Express”

Di Mahmoud Hakamian

Hossein Abedini, del Comitato Affari Esteri del Consiglio Nazionale della Resistenza dell’Iran, ha detto al giornale britannico “Express” che il regime iraniano è stato in grado di utilizzare cittadini con doppia nazionalità presi in ostaggio come “pedine di scambio” per trattare con l’Occidente grazie all’approccio “debole” dell’Unione europea contro quel regime canaglia. 

In un’intervista con Express.co.uk lunedì 26 agosto, Abedini ha detto: “Qualunque cosa il regime affermi non proviene da una posizione di forza. Se vedessero un atteggiamento fermo e un’azione forte, un’azione unificata, si ritirerebbero dalla loro posizione. La nostra esperienza di molti anni è che questo regime ha dovuto affrontare numerose crisi all’interno dell’Iran”.
“È solo una minaccia vuota ma si tratta, ovviamente, di un regime terroristico, quindi l’unico modo per affrontarlo non è fare ulteriori concessioni. Dovrebbero affrontarlo davvero con la decisione di cui parlano. Ci sono misure tattiche che dovrebbero essere adottate. Specialmente mettere l’IRGC in una lista di organizzazioni terroristiche.”

I governi europei, sfortunatamente, hanno politiche iraniane deboli, che sono “controproducenti” – ha affermato Abedini. “Hanno influito sul regime solo fino ad un certo punto, insufficiente per sfidare le sue atrocità”.

 

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares