venerdì, Luglio 23, 2021
HomeNotizieIran NewsI media gestiti dallo stato iraniano:" Un'esplosione sociale all'orizzonte"

I media gestiti dallo stato iraniano:” Un’esplosione sociale all’orizzonte”

Iranian youth protesting on the street

L’epidemia di Covid-19 ha devastato l’Iran. ” Il quarto picco del coronavirus si sta diffondendo rapidamente in tutto il paese”, ha scritto il quotidiano statale Mostaghel giovedì.
La gente, inoltre, è alle prese con una crescente povertà, per cui la società iraniana è sull’orlo di un’esplosione sociale.
Il regime ha usato l’epidemia di Covid-19 e le sue numerosissime vittime per prevenire una nuova rivolta.
“L’epidemia di Covid-19 impedisce attualmente la ribellione popolare per il grave impoverimento in cui la società iraniana si trova”, ha detto sempre giovedì Ahmad Tavakoli, un membro del Consiglio di Espedienza del regime, a tal proposito.
Eppure, nonostante l’inumana politica del regime, che si serve del Covid-19 per fronteggiare il dissenso, le proteste quotidiane di tutti i ceti sociali sono riprese in tutto il paese dopo la breve pausa invernale.
Mercoledì, i pensionati hanno tenuto i loro raduni nazionali per la decima volta di seguito.
Hanno scandito slogan come:” Siamo stanchi di questa giustizia”, ” Non voteremo più. Abbiamo sentito troppe bugie”, dimostrando che la politica criminale del regime è fallita.
Ora il regime dei mullah deve fare fronte a due questioni.
In primo luogo, la riluttanza della società, ” La gente è in una condizione così difficile che quelle cose ( rivolte) che non dovrebbero accadere, accadono”, come ha detto Tavakoli.
Questo perché la gente ha gravi problemi economici.
“La situazione per le persone a basso reddito è dura e i prezzi aumentano ogni giorno.
Questa situazione è preoccupante”, ha detto Ahmad Janati, capo del Consiglio dei Guardiani del regime, giovedì. La gente è stufa delle politiche, delle azioni e della corruzione del regime, che hanno devastato le loro vite.
Così, le misure oppressive del regime e la sua inumana politica di Covid-19 non sono più in grado di prevenire le rivolte popolari.
In secondo luogo, l’esplosività della società e l’isolamento internazionale del regime hanno aumentato le faide tra i mullah. I parlamentari del regime hanno chiesto l’impeachment per il presidente Hassan Rouhani.
Le forze del regime sono demoralizzate a tal punto che il leader supremo Alì Khamenei il 21 marzo ha avvertito che le sue forze” sono pigre, stanche e frustrate”.
Per quanto riguarda l’isolamento internazionale del suo regime, Khamenei ha solo due opzioni: bere il calice amaro, Abbandonando le esportazioni di terrorismo e i programmi di armi nucleari o essere schiacciato dalle sanzioni.
Così di può dire che l’Iran è sull’orlo di una rivoluzione.
” Gli iraniani sono pieni di rabbia…. Non fanno altro che maledire e minacciare ( i funzionari del regime) e le conseguenze di queste situazioni sono chiarissime”, ha scritto giovedì il quotidiano statale Arman.
Pertanto, come ha scritto il quotidiano Arman:” Forse non dureremo un anno”.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,577FollowersFollow
35,620FollowersFollow