• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Venerdì 20 Settembre 2019, 13:29:18.

Video - La manifestazione degli oppositori iraniani a Parigi per un Iran Libero

Un grande numero di iraniani si sono riuniti questo pomeriggio 8 febbraio a Denfert-Rochereau a Parigi per celebrare il 40 ° anniversario della caduta della monarchia in Iran. I grandi striscioni portavano la condanna delle violazioni dei diritti umani e le esecuzione di oltre centomila prigionieri politici per la repressione perpetrata dalla Repubblica Islamica in quattro decenni.

Un gruppo di giovani con le corde del collo ha rappresentato quelli giustiziati dalla dittatura religiosa nel paese.
Un enorme ragno gigante con una testa con turbante e che raggiungeva i suoi artigli nei paesi vicini simboleggiava l'interferenza regionale dei mullah.
I manifestanti hanno ascoltato i discorsi di personalita’ politiche e sindaci francesi prima di iniziare la loro marcia verso gli Invalides e l'Assemblea nazionale.
È stato trasmesso un video che mostra la rivolta popolare in diverse città iraniane.
Una delegazione di politici e sindaci è salita sul podio con gli applausi dei manifestanti che hanno espresso solidarietà al popolo iraniano e alla loro resistenza, rappresentata dal Consiglio nazionale della resistenza iraniana (CNRI), guidato da Maryam Rajavi.

Jean-François Legaret, sindaco del primo Municipio di Parigi, ha elogiato i martiri caduti per la libertà durante il regno dei mullah, dicendo: "Il regime, ancora in vigore in Iran, è illegittimo. Un regime che infligge torture barbariche a uomini e donne ogni giorno è illegittimo. Un regime che è stato sanzionato dall'ONU da Amnesty International per detenere il primato mondiale per la pena capitale senza processo è illegittimo. Un regime classificato da una decisione unanime dell'UE come terrorista è illegittimo. Quando un regime è illegittimo deve essere cacciato. La resistenza iraniana è lì per assicurare questa alternanza. È pronta a dare speranza, libertà e democrazia al popolo iraniano. Sostieni la Resistenza Iraniana, viva la vittoria della Resistenza. "

Un video messaggio di Maryam Rajavi la presidente eletta della Resistenza Iraniana è stato trasmesso su un maxischermo. Riferendosi ad Amnesty International, la Rajavi ha affermato che più di 7.000 manifestanti sono stati arrestati dalle forze repressive del regime durante le rivolte in Iran lo scorso anno, tra cui diversi torturati a morte. "Nonostante tutto e un tributo di 120.000 esecuzioni politiche, il popolo iraniano non ha mai presentato e ha continuato le sue rivolte e le sue proteste. E l'attuale rivolta è una rivolta che durerà fino alla vittoria ", ha detto.

La signora Rajavi ha aggiunto: "Gli iraniani si aspettano che la comunità internazionale rispetti la loro lotta e riconosca il loro obiettivo di liberare l'Iran e il mondo dal flagello del fascismo religioso.
In questa area, i governi europei hanno una doppia responsabilità, specialmente da quando negli ultimi vent'anni hanno avuto un ruolo nel mantenere questo regime. Come ha sottolineato il Segretario di Stato americano, hanno protetto e sostenuto questo regime.
La politica di condiscendenza ha creato innumerevoli opportunità per mantenere questa dittatura, tra cui bloccare il percorso di cambiamento in Iran reprimendo la resistenza iraniana, inserendola nella lista nera e limitandola.
È proprio per questo motivo che il vero fine di queste crisi sta nel riconoscimento del diritto del popolo iraniano a resistere per rovesciare il fascismo religioso e stabilire la libertà. "

Anche Gilbert Mitterand, un amico della Resistenza Iraniana, ha detto: "Il popolo iraniano ringhia e si alza. La risposta del regime è la violenza, la repressione, gli arresti, le esecuzioni, con il più grande disprezzo dei diritti umani. 40 anni di torture, morte, massacri, contro la gente che lotta per una vita migliore e la loro libertà. Ora siamo uniti per sostenere le aspirazioni di questo popolo e un cambio di regime,. Le relazioni internazionali devono tenerne conto. Questa alternativa è possibile, questa alternativa esiste, questa alternativa è lì, lunga vita all'Iran democratico. "

Sid Ahmed Ghozali, ex primo ministro algerino, ha avvertito l'Europa in particolare: "I nostri amici europei devono essere consapevoli che il terrorismo di stato iraniano raddoppierà. Il movimento popolare in Iran è assolutamente irreversibile.

 

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares