• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Domenica 03 Novembre 2019, 09:34:16.

Iran: manifestazione dell’arrabbiato popolo di Ahvaz nelle aree colpite dall’inondazione

Alluvione in Iran - N. 9

Sig.ra Maryam Rajavi: i mezzi dell’esercito e del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica devono essere messi a disposizione del popolo per salvare le vittime dell’inondazione.

Venerdì 12 Aprile 2019 l’arrabbiato popolo ed i giovani di Malashiyeh, ad Ahvaz (nella provincia del Khuzestan) hanno protestato contro la presenza di Mohammad Reza Naghdi nella regione, gridando: “Vattene, Ahvaz resterà libera” e costringendolo ad andarsene.

I presenti hanno anche intonato lo slogan: “Il Khuzestan è affondato nell’acqua e le autorità stanno dormendo!”
Mohammad Reza Naghdi è il delegato alla società ed alla cultura del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica, nonché l’ex capo del Basij ed uno dei più sanguinosi comandanti dei Pasdaran.

La sera di Venerdì 12 Aprile gli abitanti di Shelang Abad, ad Ahvaz, hanno manifestato contro l’inefficienza del regime nel fornire servizi alle vittime dell’alluvione, e contro l’apertura delle pianure alluvionali sui terreni agricoli e sulle abitazioni residenziali.

Nel pomeriggio gli abitanti di Ein Do (Seyed-Karim), nella parte occidentale di Ahvaz, hanno manifestato contro il mancato indirizzamento dell’acqua nelle paludi e contro la mancanza di mezzi per costruire argini di piena. I dimostranti gridavano “Questa terra ha uomini coraggiosi, nessuno ha il coraggio di avvicinarsi a loro” e “Volevano umiliarci ma non ci sono riusciti”.

Questa notte, in alcune parti di Ahvaz, stanno proseguendo le proteste del popolo contro il regime clericale.

La Sig.ra Maryam Rajavi, Presidente eletta della Resistenza Iraniana, ha reso omaggio ai giovani ed al coraggioso popolo di Ahvaz, dichiarando che il regime deve immediatamente rispondere alle richieste degli abitanti di questa città. “I mezzi dell’esercito, del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica e delle agenzie governative, i macchinari di ingegneria, le imbarcazioni della marina, i depositi di rifornimento, i rifugi e le caserme devono essere consegnati alla popolazione per prevenire le inondazioni, proteggere la vita delle persone, salvare le vittime delle alluvioni e per dare loro una sistemazione provvisoria.”

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
12 Aprile 2019

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares