• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Mercoledì 17 Luglio 2019, 15:36:38.

Grande manifestazione degli iraniani a Berlino

Maryam Rajavi: vi è la necessità di giustizia, processare, punire e espellere il regime clericale, i mercenari dell'intelligence e le guardie della rivoluzione iraniana

Gli scambi economico-commerciali con i mullah, alimentando la macchina della repressione e dell'esecuzioni capitali e dando loro concessioni, aumenta la prospettiva della guerra.

Sabato 6 luglio 2019, più di 15000 iraniani hanno tenuto una manifestazione imponente a Berlino.

Gli iraniani hanno sfilato in supporto alla rivolta del popolo iraniano e alla lotta delle unità di resistenza per rovesciare la dittatura clericale e l'istituzione della democrazia e della sovranità popolare e hanno espresso il loro sostegno al PMOI / MEK, al Consiglio nazionale della resistenza iraniana (CNRI) e al suo presidente eletto, la signora Maryam Rajavi, e al suo piano in 10 punti per il futuro Iran.

In un messaggio indirizzato ai manifestanti a Berlino, la signora Rajavi ha dichiarato: "Oggi i mullah sono caduti nella trappola e nell'impasse del rovesciamento, e voi, di fronte alla vostra nazione, alla gente che insorge, agli operai, agli insegnanti e alle altre categorie di persone che vivono questa frustrazione, state dicendo loro di continuare, di perseguire la lotta. Il vostro messaggio e del popolo iraniano alla comunità internazionale, e in particolare all'Europa, è il seguente: la politica di accondiscendenza verso l'oppressione religiosa e il proteggere i mullah dall'essere rovesciati, deve essere fermata ".

La signora Rajavi ha aggiunto che un anno fa, la Germania ha arrestato un cosiddetto diplomatico del regime del mullah che ha fornito personalmente esplosivi a due terroristi da utilizzare contro la riunione della resistenza iraniana a Parigi. Prima e dopo, negli ultimi tre anni, la polizia tedesca ha anche arrestato una dozzina di mercenari e terroristi della Forza Qods e del Ministero dell'Intelligence (MOIS). Alcuni di loro sono stati processati e imprigionati dalla magistratura tedesca. Ha reiterato che i mercenari MOIS e IRGC devono essere processati, puniti ed espulsi. Questo è un elemento necessario nella lotta contro il terrorismo e nel fornire sicurezza ai rifugiati iraniani in Europa.

Huge March in Berlin for Regime Change in Iran

La signora Rajavi ha sottolineato ai manifestanti: "Il dittatore religioso è davvero la più grande minaccia per la pace nel mondo di oggi. Dall'arricchimento dell'uranio, che significa preparazione della bomba nucleare, allo sviluppo del programma di missili balistici, in violazione della risoluzione 2231 del Consiglio di sicurezza, allo schieramento di forze militari in Siria, in violazione della risoluzione 2254, e all'intensificazione della sua guerra criminale in quella nazione. In effetti, se i mullah non godessero della politica di accondiscendenza dell'Europa, come potrebbero essere così insolenti? "

Qualsiasi concessione a questo regime, con qualunque giustificazione, ha una sola conseguenza: aumentare la prospettiva di una guerra catastrofica da parte dei mullah. Ogni euro commerciale con i fascisti religiosi è un euro per alimentare la repressione di khamenei e della sua macchina da guerra.

Sui diritti umani, la signora Rajavi ha chiesto alla signora Merkel di condurre un'iniziativa speciale contro il regime dei mullah per le violazioni dei diritti umani a livello europeo, tra cui la persecuzione, la tortura e l'esecuzione dei prigionieri, e chiede anche l'istituzione di una delegazione internazionale per visitare le prigioni iraniane e prigionieri politici.

Tra i politici di spicco che sono intervenuti alla manifestazione ricordiamo Patrick Kennedy, Ingrid Betancourt, ex candidato presidenziale della Colombia, Thomas Nord, deputato tedesco, Eduard Lintner, ex vice ministro dell'Interno tedesco, Stephan von Dassel, sindaco di Berlin-Mitte, senatore Jerry Horgan dell'Irlanda, Michał Kamiński Il membro del Parlamento polacco e Leo Dassenberg, presidente della Commissione iraniana libera in Germania ed ex membro del parlamento federale.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

6 luglio 2019

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares