• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Sabato 12 Ottobre 2019, 21:00:22.

Le rivelazioni dei CNRI sull'attacco da parte del regime iraniano agli impianti petroliferi Sauditi

Lunedì 30 settembre 2019, l’ufficio di rappresentanza negli Stati Uniti del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana ha tenuto una conferenza stampa presso il National Press Club di Washington, DC, esponendo informazioni esclusive e top secret provenienti dall’interno del regime iraniano ottenute dall’Organizzazione del Mojahedin del Popolo dell’Iran (OMPI/MEK), che descrivono in dettaglio l’attacco missilistico e con droni effettuato dal regime contro gli impianti petroliferi dell’Arabia Saudita ad Abqaiq e a Khurais il 14 settembre.

Il CNRI-USA ha fornito informazioni dettagliate sull’operazione risultante nell’attacco che ha coinvolto i più alti livelli dell’IRGC, che l’hanno diretto in ogni fase. Ali Khamenei, capo supremo del regime, ha ordinato direttamente ai comandanti dell’operazione di condurre l’attacco e il quartier generale del comando tattico per l’operazione è stato dispiegato da Teheran nella provincia del Khuzestan (sud-ovest dell’Iran) una settimana prima dell’attacco.

Sono stati usati missili da crociera Ya-Ali, soprannominati “missili Anti-Ali” dal popolo iraniano, prodotti dalle industrie Thamen-ol A’emeh situate a Parchin, nella provincia di Teheran.

Soona Samsami, rappresentante negli Stati Uniti del CNRI, ha iniziato la conferenza e il vicedirettore del CNRI-USA, Alireza Jafarzadeh, utilizzando una presentazione PowerPoint, ha mostrato mappe, grafici e foto della linea temporale dettagliata dell’operazione di attacco.
La conferenza è stata trasmessa in diretta sul sito web del CNRI-USA e su tutti i suoi social media.
Di seguito è riportata una parte dei dettagli forniti alla conferenza da Alireza Jafarzadeh.

Il Consiglio Nazionale Supremo di Sicurezza (SNSC) del regime iraniano ha approvato un piano per un attacco contro le strutture petrolifere dell’Arabia Saudita in una sessione di mercoledì 31 luglio 2019, presieduta dal presidente del regime iraniano, Hassan Rouhani. Il ministro degli Esteri del regime, Mohammad Javad Zarif, è anche membro regolare del SNSC e partecipa alle sue sessioni. Molti dei comandanti dell’IRGC erano presenti alla riunione.
1. Dopo l’approvazione iniziale di questa operazione da parte di Khamenei, è iniziata la pianificazione dettagliata e il SNSC ha deferito il piano a Khamenei per l’approvazione finale. Khamenei ha ordinato al maggior generale dell’IRGC Rashid e al generale di brigata Hajizadeh di iniziare l’attuazione operativa del piano.
2. I comandanti dell’operazione dell’aviazione dell’IRGC sono stati dispiegati da Teheran nella provincia del Khuzestan, nel sud-ovest dell’Iran, il 7 settembre, una settimana prima dell’attacco.
3. Questa squadra di comandanti ha stabilito il quartier generale in una parte della base di Omidiyeh, vicino ad Ahvaz (situata tra le città di Omidiyeh e Ahvaz nella provincia del Khuzestan, a circa 85 chilometri a sud-est di Ahvaz).
4. Una sezione di questa base è utilizzata dall’aviazione dell’IRGC ed è comandata dal comandante dell’IRGC Amiri. Le difese aeree del sud-ovest delle forze armate regolari si trovano a Omidiyeh. La presenza di unità dell’esercito regolare nella base ha fornito una copertura adeguata per nascondere la presenza delle forze dell’IRGC in questa operazione.
5. Un altro gruppo di comandanti e personale dell’IRGC con esperienza in missili e droni è stato trasferito dalla terza regione navale dell’IRGC a Mahshahr (119 chilometri a sud di Ahvaz) alla base di Omidiyeh per partecipare all’operazione.
6. Pochi giorni dopo che l’unità missilistica e di droni dell’aviazione dell’IRGC ha effettuato l’attacco il 14 settembre 2019, i comandanti operativi hanno riferito in dettaglio al maggior generale dell’IRGC Gholam-Ali Rashid, comandante del quartier generale centrale Khatam-ol Anbiya.
7. In base agli ultimi rapporti ricevuti dall’interno dell’Iran, una nuova squadra dell’aviazione dell’IRGC di Teheran è entrata nella base di Omidiyeh domenica 22 settembre 2019. Non ci sono ancora informazioni sui loro ordini.

 

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares