• English
  • French
  • Deutch
  • Italian
  • Arab
  • Spanish
  • Albanian
  • Last Modified: Giovedì 17 Gennaio 2019, 21:53:22.

La Corte Suprema del disumano regime dei mullah ha confermato la sentenza di morte per due prigionieri accusati di aver bevuto alcolici

Con un atto criminale, la Corte Suprema del disumano regime dei mullah ha confermato le sentenze di morte per due prigionieri accusati di aver consumato alcolici. Hassan Shariati, capo della magistratura della provincia di Khorasan Razavi, annunciando la notizia ha detto: “Non vi sarà alcuna clemenza per i crimini gravi. In nessuna circostanza ci mostreremo indulgenti verso coloro che minacciano la pubblica sicurezza ... Nei  casi in cui è coinvolto l’alcool in nessuna circostanza saremo indulgenti nel perseguirli e nel punirli ... Due persone scoperte a consumare alcolici per la terza volta e che avevano subito in precedenti occasioni gravi punizioni, sono stati ora condannati all’esecuzione capitale. Dopo che la Suprema Corte ha confermato le sentenze, siamo in procinto di realizzare i preparativi per la loro applicazione”.
Vale la pena di notare che, secondo i media di regime, almeno 195 persone sono state giustiziate a tutt’oggi (secondo il calendario gregoriano). E questo nonostante le notizie su molte esecuzioni non siano mai uscite dalle prigioni medievali del regime.
La Resistenza Iraniana sollecita tutti gli organismi internazionali e le organizzazioni per i diritti umani ad attivarsi urgentemente per contrastare l’aumento e l’arbitrarietà delle esecuzioni che si svolgono in Iran. Chiede che il dossier sulla violazione dei diritti umani da parte del regime iraniano venga portato all’attenzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU e che questo regime criminale venga bandito dalla scena internazionale.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
26 Giugno 2012

Copyright © 2018 CNRI - Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana. All Rights Reserved.
;
0
Shares